È Roberto Gualtieri il candidato del centrosinistra alle suppletive del collegio Roma 1 della Camera previste per il primo marzo. Il ministro dell'Economia, verificato che attorno a lui si è costituita "una vera e larga maggioranza", ha accettato l'incarico. Prevale così, spiegano a sinistra, "l’unità di tutta la coalizione che sostiene il governo (Pd, Italia viva, Si, Psi, Art. 1) nel sostegno a Roberto Gualtieri". A commentare positivamente la candidatura anche il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, che su Twitter ha commentato: "Roberto Gualtieri è la scelta più autorevole, unitaria e di apertura che il Pd e le altre forze di centrosinistra potessero mettere in campo per il collegio di Roma".

Elezioni di Roma, polemiche per il no di Zingaretti a Federica Angeli

E intanto è polemica per il no di Nicola Zingaretti alla candidatura della giornalista di Repubblica Federica Angeli per le prossime elezioni suppletive del primo marzo a Roma. Un no, quello del presidente della Regione Lazio, non dettato da ostilità verso la giornalista minacciata dal clan Spada, ma dalle modalità con le quali la candidatura è stata annunciata da Matteo Renzi e Carlo Calenda, ossia a mezzo stampa. "Il Pd di Nicola Zingaretti ha appena comunicato che non sosterrà la mia candidatura perché proposta da Iv Azione, +Europa Rispettosamente, sono rimasta in silenzio, pur avendo già preso la mia decisione giorni fa. Domani vi racconto come sono andate le cose". Così Federica Angeli ieri su Twitter, commentando la decisione del presidente della Regione di respingere la sua candidatura.

I candidati degli altri partiti alle suppletive per Roma

Potere al Popolo correrà in solitudine con la ginecologa Elisabetta Canitano, il Movimento 5 Stelle ha candidato Rossella Rendina, attivista del litorale romano, l'unica con i requisiti corretti a inviare la sua candidatura su Rousseau. Per Lega e Fratelli d'Italia, invece, non c'è ancora nessuna indiscrezione.