Potere al Popolo sarà presente con un proprio candidato alle elezioni supplettive del prossimo 1 marzo a Roma, quando circa 150.000 elettori iscritti alle liste elettorali nella circoscrizione Roma Centro del collegio Lazio 1, saranno chiamati alle urne per scegliere chi prenderà il posto di Paolo Gentiloni, che ha lasciato il seggio vacante per andare a ricoprire il ruolo di Commissario europeo. Il movimento politico di sinistra radicale è nato in occasione delle scorse elezioni legislative del 2017 non riuscendo a conquistare neanche un seggio e, anche in questa occasione, ha deciso di presentarsi da solo coerentemente con l'idea di essere alternativo al centrosinistra: "Mai con il Partito Democratico".

Il nome scelto da Potere al Popolo è quello di Elisabetta Canitano, per cui il movimento ha iniziato a raccogliere le firme a partire da questa sera (ne servono 300). "La nostra candidata sarà Elisabetta Canitano, femminista di lungo corso, ginecologa presso la Asl Roma D, da sempre in prima linea per il diritto delle donne all’autodeterminazione, alla laicità delle cure e per la centralità della sanità pubblica. – fa sapere il movimento di sinistra –  Elisabetta è anche presidente dell’associazione vitadidonna.it".

Chi è Elisabetta Canitano candidata di Potere al Popolo

Elisabetta Canitano, ginecologa dell'Asl Roma D e presidente dell'associazione vitadidonna.it è stata già la candidata di Potere al Popolo alla presidenza della Regione Lazio. Impegnata da sempre nelle battaglie in difesa della sanità pubblica e per il diritto alla salute, da quando aveva 26 anni lavora nel sistema sanitario nazionale battendosi in particolare per i diritti e la salute riproduttiva delle donne. Elisabetta Canitano è il secondo candidato ufficiale alle elezioni supplettive di Roma, anche se le firme in sostegno alla sua candidatura devono ancora essere raccolte. Il Movimento 5 stelle ha annunciato che candiderà Rossella Rendina, l'unica attivista certificata sul portale Rousseau ad essersi presentata e ad avere i requisiti richiesti. Il centrodestra, il centrosinistra e il Movimento 5 stelle ancora non hanno indicato il nome del loro candidato.