Paolo Gentiloni
in foto: Paolo Gentiloni

Con l'eventuale nomina dell'ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni a commissario europeo (l'indicazione del suo nome è stato praticamente il primo atto politico del nuovo governo Conte) il seggio conquistato dal presidente del Pd alla Camera resterà vacante. Alle elezioni del 4 marzo 2018, infatti, Gentiloni aveva vinto il collegio uninominale Lazio 1-01, cioè quello di Roma centro, che comprende i quartieri di Monti, Trevi, Testaccio, Trastevere e Prati. Con il 42 per cento dei consensi l'esponente dem aveva sconfitto il candidato del centrodestra Luciano Ciocchetti, secondo con poco più del 30 per cento, e quello dei 5 Stelle, Angiolino Cirulli, che si era fermato al 16 per cento.

Quando si tornerà a votare a Roma per le elezioni suppletive

Questo significa che se la nomina dovesse essere confermata, i romani dovranno recarsi nuovamente alle urne per votare il collegio uninominale lasciato vacante da Gentiloni. L'articolo 86 della legge elettorale vigente stabilisce che "quando, per qualsiasi causa anche sopravvenuta, resti vacante il seggio attribuito ai sensi dell'articolo 77, comma 1, numero 1), il Presidente della Camera dei deputati ne dà immediata comunicazione al Presidente del Consiglio dei ministri ed al Ministro dell'interno perché si proceda ad elezioni suppletive nel collegio interessato. I comizi sono convocati con decreto del Presidente della Repubblica, su deliberazione del Consiglio dei ministri, purché intercorra almeno un anno fra la data della vacanza e la scadenza normale della legislatura. Le elezioni suppletive sono indette entro novanta giorni dalla data della vacanza, dichiarata dall'organo di verifica dei poteri". 

In pratica, quindi, le elezioni dovranno essere indette entro novanta giorni dal momento in cui la giunta per le elezioni attesti la vacanza del seggio. Le nomine europee saranno ufficializzate tra pochi giorni, quindi possibile che l'elezione suppletiva venga fissata per l'inizio dell'anno nuovo. Questi i quartieri e i rioni di Roma che saranno coinvolti nelle votazioni: Rione Monti, Rione Trevi, Rione Colonna, Rione Campo Marzio, Rione Ponte, Rione Parione, Rione Regola, Rione Sant'Eustachio, Rione Pigna, Rione Campitelli, Rione Sant'Angelo, Rione Ripa, Rione Borgo, Rione Esquilino, Rione Ludovisi, Rione Sallustiano, Rione Castro Pretorio, Rione Celio, Rione San Saba, Rione Testaccio, Rione Trastevere, Quartiere Trionfale, Rione Prati, Quartiere Flaminio, Quartiere Della Vittoria.

Elezioni suppletive si sono già svolte in Sardegna, nel gennaio del 2019, a causa di un seggio lasciato vacante dall'ex deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Mura, che si è dimesso dopo essere stato espulso dal Movimento per le troppe assenze alla Camera. Alle suppletive ha vinto il candidato del centrosinistra Andrea Frailis.