Tragedia questa mattina a Velletri, in zona Colle Giorgi. Un agricoltore di 68 anni, Sergio Giansanti, è morto schiacciato dal suo trattore mentre stava lavorando in un terreno di sua proprietà. A dare l'allarme sono stati i vicini: quando hanno visto il mezzo ribaltato hanno subito capito che c'era qualcosa che non andava. Speravano che fosse solo un incidente di banale entità, e invece i soccorsi si sono trovati davanti una scena tremenda, con il corpo di Sergio Giansanti ormai senza vita. Il 68enne era molto conosciuto in città, dove aveva un chiosco per vendere la frutta: simpatico, stimato e benvoluto, lascia una moglie, un figlio e i nipoti. Non è chiaro perché Giansanti, agricoltore esperto, abbia perso il controllo del mezzo, che si è ribaltato su un pendio. Sul posto, per estrarre il corpo, sono giunti anche i vigili del fuoco di Velletri, mentre nulla hanno potuto fare i medici del 118.

L'ennesima tragedia in campagna: aumenta il numero di morti schiacciati dal trattore

Sergio Giansanti non è l'unico a essere morto negli ultimi mesi perché schiacciato dal trattore. Tragedie di questo tipo hanno visto protagonisti anche ragazzi molto giovani come Botan Dumitru e Innocenzo Ceccarelli. Il primo aveva trent'anni: è caduto con il trattore in un dirupo a Soriano nel Cimino ed è morto praticamente sul colpo. Aveva avuto da poco un bambino di pochi mesi con la sua compagna e lavorava sodo per non fargli mancare nulla. Anche Innocenzo Ceccarelli è deceduto dopo essersi ribaltato col mezzo pesante, forse a causa di un ostacolo sul terreno. Aveva solo 26 anni. Alla fine di settembre a perdere la vita è stato invece l'ex sindaco di Boville, Nicola Milani: è stato trovato riverso in un fosso insieme al trattore. Inutili i soccorsi, Milani è morto praticamente sul colpo.