Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Sono ancora molto gravi le condizioni di salute della bambina di un anno e mezzo investita davanti a un asilo nido di Velletri, la mattina di martedì scorso, nel territorio dei Castelli Romani. La piccola si trova ancora ricoverata in prognosi riservata all'ospedale Bambin Gesù di Roma. La struttura, immersa nel verde della campagna e adibita a centro estivo per ospitare i figli di chi lavora è stata posta sotto sequestro. Gli inquirenti del palazzo di giustizia di Velletri hanno avviato le indagini per ricostruire le dinamiche esatte dell’incidente ed escludere altri rischi su una strada altamente trafficata da pedoni durante l'orario di ingresso e uscita da scuola. Come riporta IlMessaggero, la maestra con la quale si trovava la bambina al momento dell'investimento è indagata con l’accusa di lesioni gravissime, un reato colposo derivante, secondo la prima ipotesi, dall’omessa vigilanza. Sul posto sono intervenuti per un sopralluogo anche gli ispettori della Asl Rm 6, ai quali non risulta che la struttura abbia permessi necessari all'attività che esercita. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la regolarità dell'area.

Indagata la maestra dell'asilo

"Mi sono occupata per pochi secondi di un bimbo a cui era rimasto incastrato un piedino" ha detto la maestra, una 40enne, a cui era affidata in quel momento la e che ha spiegato alle forze dell'ordine di averla perso di vista solo per pochi istanti, prima che venisse travolta dall'auto.

Bimba investita da una mamma al volante

Alla guida dell'auto che ha investito la bimba di un anno e mezzo davanti all'asilo di Velletri in via del Marco Finlandese c'era una mamma di 27 anni che stava accompagnando la figlia al centro. La donna si è fermata a prestare soccorso e ha spiegato alle forze dell'ordine di non averla vista.