L'efferato omicidio di Sara Di Pietrantonio
23 Dicembre 2016
11:52

Sara Di Pietrantonio uccisa e data alle fiamme dall’ex geloso: Paudano rischia l’ergastolo

Chiesto il rinvio giudizio per omicidio premeditato per Vincenzo Paduano, accusato di aver aggredito, ucciso e dato alle fiamme l’ex fidanzata Sara Di Pietrantonio lo scorso 29 maggio alla Magliana. La giovane studentessa di Roma Tre aveva solo 22 anni. Paduano continua a dire di non ricordare di averla uccisa.
A cura di Valerio Renzi
Sara Di Pietrantonio e il suo assassino, Vincenzo Padulano.
Sara Di Pietrantonio e il suo assassino, Vincenzo Padulano.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'efferato omicidio di Sara Di Pietrantonio

Vincenzo Paduano, la guardia giurata di 27 anni accusato di aver inseguito, ucciso e dato alle fiamme l'ex fidanzata di 22 anni, Sara Di Pietrantonio, rischia di essere condannato all'ergastolo. Una settimana dopo l'ultimo interrogatorio, il pm Gabriella Fazi ha deciso di rinviare a giudizio Paduano con l'accusa di omicidio premeditato. 

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti Paduano lo scorso 29 maggio ha aspettato che Sara uscisse da casa del ragazzo con cui si frequentava da qualche settimana. Poi l'anticipa sulla strada di casa per costringerla ad accostare su via della Magliana, qui il tragico epilogo dopo l'ennesima discussione: l'aggredisce, quando Sara tenta di scappare l'afferra da dietro e le stringe il collo, quando crolla per terra prende una tanica di benzina e le dà fuoco.

Vincenzo Paduano, che secondo quanto emerso nel corso delle indagini era ossessionato dalla giovanissima ex, tanto da essere anche imputato per stalking, avrebbe organizzato tutto in modo da avere anche un alibi: dopo l'omicidio è tornato a lavoro come se nulla fosse, nel palazzo dove stava svolgendo il suo turno di guardiana notturno, attendendo il cambio a un collega al mattino presto. Nell'auto ritrovate anche delle latte di benzina.

Il 27enne, che ora rischia una condanna all'ergastolo, continua a sostenere di non ricordare tutto quanto accaduto quella notte. "Sono mesi che provo a sforzarmi di ricordare cosa avvenne ma ho un vuoto, nella mia mente c’è un buco nero – le parole di Paduano riportate dal Corriere della Sera – Mi ricordo solo che ho fermato Sara, che stavamo parlando, che lei mi ha detto che non c’era più nessuna speranza di tornare insieme. Da quel momento c’è un blackout nella mia testa. Mi assumo le responsabilità di quanto accaduto. Sono stato spinto dalla gelosia, ma non mi chieda di ricordare altro. La mia mente ancora adesso è offuscata".

L'efferato omicidio di Sara Di Pietrantonio
16 contenuti su questa storia
Omicidio Sara Di Pietrantonio, la Cassazione: Vincenzo Paduano condannato all'ergastolo
Omicidio Sara Di Pietrantonio, la Cassazione: Vincenzo Paduano condannato all'ergastolo
Femminicidio Sara Di Pietrantonio, ergastolo a ex ragazzo:
Femminicidio Sara Di Pietrantonio, ergastolo a ex ragazzo: "Ossessivo, voleva controllarle la vita"
Omicidio Sara Di Pietrantonio, Vincenzo Paduano accusato anche di stalking e premeditazione
Omicidio Sara Di Pietrantonio, Vincenzo Paduano accusato anche di stalking e premeditazione
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni