248 CONDIVISIONI
7 Luglio 2015
12:19

Roma, sciopero bianco macchinisti scrivono ai cittadini: “Prendetevela con le istituzioni”

Accusati di lassismo, irresponsabilità e di non lavorare per protesta contro il badge elettronico appena entrato in vigore sul loro posto di lavoro, i macchinisti non ci stanno e spiegano le vere ragioni della protesta.
A cura di Valerio Renzi
248 CONDIVISIONI

Sui social network, da Twitter e Facebook, è una gara di insulti da parte dei cittadini esasperati contro i macchinisti della metropolitana e delle ferrovie regionali Roma-Lido e Roma-Viterbo. Anche il sindaco di Roma Ignazio Marino si è unito al coro di condanna e protesta. Accusati di lassismo, irresponsabilità e di non lavorare per protesta contro il badge elettronico appena entrato in vigore sul loro posto di lavoro, i macchinisti non ci stanno e spiegano le vere ragioni della protesta: "Il problema non è il badge ma la decisione unilaterale dell'azienda che vuole passare le ore di guida annue da 700 a 950 senza volerne neanche discutere con i lavoratori". Così ecco lo sciopero bianco, che altro non sarebbe secondo i lavoratori l'applicazione alla lettera del contratto e delle misure di sicurezza. Così ad esempio se un mezzo non ha la revisione, come molti da quanto si apprende, i macchinisti non lo fanno partire e salta una corsa. Sotto accusa finisce così l'intero sistema dei trasporti pubblici, con le sue carenze strutturali.

Sciopero bianco, lettera dei macchinisti alla cittadinanza

Il Movimento 5 Stelle di Roma ha intanto pubblicato una lettera anonima di alcuni macchinisti della ferrovia Roma-Lido, dove i guasti sono all'ordine del giorno, che chiedono ai pendolari esasperati dai continui guasti e ritardi di prendersela con le istituzioni e l'azienda, e non con guida i convogli in condizioni difficili:

Lettera alla cittadinanza

I lavoratori Atac della Roma Lido intendono informare la cittadinanza che l'attuale situazione del trasporto pubblico locale non è frutto di "scioperi bianchi" o proteste in atto bensì della decisione unilaterale da parte dell'azienda di riorganizzare il servizio rendendo pressoché impossibile la copertura dello stesso tramite lo straordinario, reso necessario ormai da anni a causa della carenza d'organico verificatasi dopo lo scandalo parentopoli.
Malgrado il cambio di giunta comunale, molti dei personaggi che risultano indagati o rinviati a giudizio a causa dello scandalo, rimangono al posto che occupavano anche con Alemanno.
A questo bisogna aggiungere il pessimo stato dei treni in servizio sulla nostra ferrovia, materiali già usurati da decenni di servizio su altre linee o addirittura mai utilizzati vista la loro inaffidabilità (200) e ulteriormente messi alla prova da una manutenzione ritenuta secondaria rispetto alla metro B.
Questi fattori, uniti alla scarsità di ricambi e alla carenza d'organico anche nei reparti manutentivi fanno sì che col passare del tempo, la flotta della Lido diventi sempre più inaffidabile e che la responsabilità della sicurezza venga affidata solo al personale di bordo.
Il peggioramento del servizio, giunto in questi ultimi giorni quasi al blocco totale, è frutto quindi del pessimo stato dei materiali rotabili e dell' impossibilità di coprire i turni oltre l'ordinario.
Lo ribadiamo: non stiamo attuando nessuna protesta, al contrario di quanto scrivono alcuni giornali e lo stesso sito aziendale.
La pessima gestione dei mezzi e delle risorse, lo scandalo degli stipendi d'oro, gli appalti truccati, la bigliettazione fasulla non possono essere addebitati ai macchinisti, capotreni, capistazione, agenti di stazione, operai e dirigenti locali: noi siamo quotidianamente al nostro posto.
Semmai sono le istituzioni ad essere latitanti!

PER LA COPERTURA DEL SERVIZIO C'E' BISOGNO DI TRENI EFFICIENTI E DI PERSONALE. Per questo, vi invitiamo a rivolgere le vostre sacrosante proteste nei confronti dei veri responsabili del disastroso

248 CONDIVISIONI
Sciopero dei trasporti lunedì 11 ottobre a Roma: bus e metro a rischio per 24 ore
Sciopero dei trasporti lunedì 11 ottobre a Roma: bus e metro a rischio per 24 ore
Tassisti in sciopero a Roma dalle 8 alle 22 di oggi: "Basta abusivi, tutti davanti al Mise"
Tassisti in sciopero a Roma dalle 8 alle 22 di oggi: "Basta abusivi, tutti davanti al Mise"
Elezioni Roma, con Roberto Gualtieri a Massimina: "A Roma non ci saranno più cittadini di serie B"
Elezioni Roma, con Roberto Gualtieri a Massimina: "A Roma non ci saranno più cittadini di serie B"
96.096 di Fanpage.it Roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni