A partire dal primo maggio non sarà possibile circolare normalmente in macchina nella zona di Trastevere e San Lorenzo. Con l'arrivo dell'estate scatta l'orario estivo per le zone a traffico limitato, ponendo il classico divieto al transito delle auto durante le ore notturne. Il passaggio delle macchine sarà soggetto a questo limite nelle giornate che vanno dal mercoledì al sabato, dalle ore 21:30 fino alle 3. Le ztl nel quartiere saranno attive in questi giorni, anche qualora essi siano considerati festivi. Lo comunica Roma servizi per la mobilità sulla propria pagina Facebook. Una decisione presa in contro tendenza rispetto ad un'altra di qualche giorno fa, quando la sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme all'assessora Linda Meleo, ha annunciato la mancata attivazione della ztl nella zona del Tridente a partire dal 2 maggio. Tuttavia il motivo alla base della decisione risiede nella mancata apertura della fermata della metro A a piazza di Spagna, chiusa da mesi insieme alle stazioni Repubblica e Barberini.

La chiusura della ztl e le polemiche sulle strisce blu

La decisione di aprire la ztl notturna tra Trastevere e San Lorenzo modifica inevitabilmente il flusso del traffico della Capitale. In passato a far discutere in materia di viabilità erano stato le strisce blu, che a partire dalla metà del 2019 dovrebbero diventare a pagamento per i residenti, con un probabile raddoppio dei costi. Polemiche alle quali si sono aggiunte quelle sulle strisce bianche trasformatesi in sosta a pagamento in alcune zone del centro di Roma, portando a una perdita di 13mila parcheggi gratuiti. Un numero di rilievo, visto che i parcheggi gratuiti nell'area coinvolta sono circa 20mila. In questo modo, secondo il Comune di Roma, si andrebbero a ridurre circa dell'80% i posteggi esenti da ticket.