Le forze dell'ordine hanno chiuso questa mattina il bar di Roberto Spada in via Franco Storelli ad Ostia Nuova. Con un ordine firmato dal questore la licenza del ‘Bar Music' – questo il nome del locale – è stata sospesa per quarantacinque giorni. Il provvedimento è stato motivato per ragioni di ordine e sicurezza pubblica, essendo stato accertato da una serie di controlli che il bar era "un abituale ritrovo di persone con pregiudizi di polizia, tra i quali un sorvegliato speciale". Dietro il bancone gli agenti hanno rinvenuto un'accetta, una spada e un bastone, mentre dei fori di proiettile sullo stipite della porta erano celati da un nastro adesivo.

Roberto Spada si trova nel carcere di Tolmezzo, dopo aver aggredito una troupe della trasmissione di Rai 2 ‘Nemo', che gli stava ponendo alcune domande in merito al rapporto tra la sua famiglia e l'estrema destra di Casa Pound in relazione alle elezioni in X Municipio. La famiglia Spada è uno dei clan egemoni sul litorale romano, attivo soprattutto nel racket delle case popolari e nelle estorsioni, recentemente sono stati riconosciuti come associazione mafiosa da una sentenza di primo grado.

L'arresto di Roberto Spada, e l'attenzione politico mediatica sulla presenza delle mafie a Ostia, ha portato a un'escalation di fatti di violenza i cui contorni sono ancora da chiarire: fuori una pizzeria sono stati gambizzati due uomini, tra cui un parente del boss Terenzio Fasciani (clan alla cui ombra sono cresciuti gli Spada), e solo due giorni dopo qualcuno ha sparato colpi di pistola sulla porta di Silvano Spada. Gli inquirenti indagano per capire cosa stia accadendo negli equilibri della criminalità organizzata del litorale. Episodi che hanno portato a diverse operazioni di polizia che hanno passato al setaccio strade e caseggiati.