Valeria Marini all’interno della Barcaccia, la fontana di piazza di Spagna progettata da Pietro Bernini, con la collaborazione del figlio Gian Lorenzo
in foto: Valeria Marini all’interno della Barcaccia, la fontana di piazza di Spagna progettata da Pietro Bernini, con la collaborazione del figlio Gian Lorenzo

La sindaca di Roma Virginia Raggi si scaglia contro Valeria Marini. Dopo il "tuffo" della showgirl nella fontana della Barcaccia in piazza di Spagna, criticato da molti e sanzionato dalla polizia locale, la prima cittadina dei Cinque stelle su Facebook ha voluto censurare personalmente il gesto della soubrette con un lungo post: "Roma merita rispetto, da parte di tutti! È inaccettabile oltraggiare i nostri monumenti storici. E questo vale per chiunque, senza nessuna distinzione – ha scritto oggi la Raggi – Ieri un noto personaggio dello spettacolo si è tuffato nella splendida fontana della Barcaccia, ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti, come fosse una piscina qualunque. Un comportamento sanzionato dalla nostra Polizia Locale che ha multato la responsabile del gesto per 550 euro applicando anche il Daspo. La giusta misura prevista dal nuovo Regolamento di Polizia Urbana entrato in vigore nei giorni scorsi. La legge è uguale per tutti, nessuno escluso".

Dallo staff di Valeria Marini avevano cercato di spiegare il suo gesto

Dall'entourage di Valeria Marini avevano cercato di contestualizzare il gesto della 52enne soubrette: Valeria Marini abita infatti proprio nei pressi di piazza di Spagna, e aveva chiesto e ottenuto l'autorizzazione per effettuare delle riprese per promuovere il suo nuovo singolo musicale estivo, "Me Gusta". Presa dall'entusiasmo, ma soprattutto dal caldo terribile, a fine riprese Valeria si è tolta le scarpe ed è entrata per trenta secondi nell'acqua della fontana. Un gesto che – ha sottolineato lo staff – non si dovrebbe fare assolutamente ma si può perdonare. Così non è stato: i vigili urbani hanno multato la showgirl per 550 euro: "Spero che i soldi che pagherò serviranno a sistemare la città di Roma", è stata la replica della showgirl.

La sindaca Raggi: Le regole vanno rispettate, sempre

Nei confronti di Valeria Marini è stato applicato anche il Daspo (per 48 ore la showgirl non potrà circolare nella zona), misura prevista dal nuovo regolamento di polizia urbana. Proprio su questo provvedimento si è soffermata la sindaca Raggi nella seconda parte del suo post: "È un provvedimento che la città ha atteso per 70 anni e che la nostra amministrazione ha voluto fortemente proprio per contrastare simili comportamenti. Vogliamo salvaguardare il decoro e promuovere quel senso civico che la nostra città merita. Per questo abbiamo bisogno del contributo di tutti, a maggior ragione da parte dei personaggi pubblici che dovrebbero dare il buon esempio – ha scritto la Raggi non lesinando un'ulteriore stoccata a Valeria Marini -. Stiamo voltando pagina riguardo tutti quei comportamenti vietati nei luoghi pubblici che nel corso degli anni si sono incancreniti fino a diventare un’abitudine tollerata. Mi riferisco per esempio ai cosiddetti ‘saltafila’ e centurioni. Anche in questi casi la legge è uguale per tutti. Voglio ricordare che ciò vale anche per i turisti in visita nella nostra città: tra le misure del Regolamento oltre le sanzioni per chi si immerge nelle fontane storiche, sono previste multe anche per chi imbratta o danneggia monumenti. Roma è una città accogliente ma le regole vanno rispettate. Sempre".