Marcello De Vito e Virginia Raggi
in foto: Marcello De Vito e Virginia Raggi

Marcello De Vito avrebbe citato Virginia Raggi come testimone della difesa per l'arresto relativo al presunto giro di corruzione del caso dello Stadio della Roma. Secondo quanto riportato da Ansa, il nome della sindaca comparirebbe nella lista testi depositata dai difensori del presidente dell'Assemblea capitolina. La prima udienza del processo si terrà il 4 dicembre. Raggi non ha ancora rilasciato commenti a riguardo. Marcello De Vito è tornato libero lo scorso 18 novembre dopo aver passato nove mesi tra carcere e domiciliari. Una volta tolte le misure cautelari, è tornato a presiedere l'Assemblea capitolina, come da prima dell'arresto. La sospensione sopraggiunta in seguito all'esplodere dell'inchiesta che lo vede coinvolto, è stata revocata e De Vito è stato accolto con un lungo applauso.

De Vito: "Torno a fare il presidente dell'Assemblea capitolina"

Da parte sua, l'opposizione ha chiesto, "per motivi di opportunità politica". le dimissioni di De Vito. Il M5s, invece, è spaccato. Enrico Stefàno ha chiesto al presidente dell'Assemblea di fare un passo indietro, mentre Monica Montella ha parlato di "ipocrisia che fa schifo". In ogni caso, Marcello De Vito ha deciso di non dimettersi dall'incarico. "Ringrazio per il richiamo al rispetto dei miei doveri – ha commentato a margine delle richieste – Ho verificato il testo, non vedo elementi ostativi alla funzione che ricopro e alla prosecuzione della seduta odierna. Non trovo accoglibile il richiamo al regolamento e ribadisco che se verrà presentata una richiesta di revoca con 24 firme verrà messa in calendario". De Vito sarà processato con giudizio immediato: la prima udienza si terrà il 4 dicembre.