Che musica suonerà dal palco del movimento delle Sardine di piazza San Giovanni a Roma? Ecco cosa si scopre sbirciando la scaletta proprio mentre la manifestazione sta prendendo le prime posse e la storica piazza dei raduni sindacali e del concerto del 1 maggio si comincia a riempire. L'apertura è affidata a un'esibizione di Sirtaki, subito dopo ad aprire la kermesse ci sarà l'intervento della presidente dell'Anpi Carla Nespola, a cui non poteva che seguire Bella Ciao, la canzone della Resistenza italiana conosciuta in tutto il mondo e cantata in ogni piazza delle Sardine.

Ma ci sarà spazio anche per un più istituzionale Inno di Mameli, a riconciliare lo spirito di sinistra del movimento con quello più ecumenico, così come non mancheranno i cantautori: dal palco di San Giovanni risuoneranno infatti le note di Com'è profondo il mare di Lucio Dalla e di "La Libertà" di Giorgio Gaber. E le Sardine dal mare e le piazze conquisteranno anche il cielo imparando a Volare cantando il brano nazional popolare per eccellenza di Domenico Modugno. Ci sarà anche un brano originale composto per l'occasione da una band romana, i Wogiagia, che canterano la loro "Sardine Song". Sul palco anche il reggae di Mama Marjas e i MaLaVoglia.

Sardine: sul palco l'Anpi, le Ong e il medico di Lampedusa Pietro Bartolo

Oltre la musica spazio alle parole sul palco dove saranno letti alcuni brani della costituzione, parleranno le Ong che salvano le vite dei migranti nel Mediterraneo e il medico di Lampedusa eletto all'europarlamento come indipendente nelle liste del Pd Pietro Bartolo. Non mancheranno poi le prese di parola delle Sardine di Roma e del portavoce Mattia Santori.