"A Circonvallazione Appia altra buca, di nuovo vicino a un tombino, dopo mesi di lavori Acea per un'altra voragine poco più avanti. Ma anzi che a sistemare la rete, la multiutility dell'acqua di Roma pensa a come farci bere l'acqua del Tevere…", questa la denuncia corredata da foto dall'esponente romano dei Verdi Guglielmo Calcerano in un post su Facebook. Nelle immagini si vede un'auto elettrica del servizio di car sharing elettrico "Share'n go", sprofondata con una ruota in un enorme buca apertasi nel manto stradale.

Emergenza buche: 2018 anno da record

Il 2018 è stato un anno da record (negativo) per le buche nella capitale, come spiegato in una ricerca dell'Ispra. L'ente ha da tempo lanciato un allarme sul dissesto idrogeologico della città, sottolineando le criticità rappresentate da chilometri di gallerie sotterranee e dei numerosi “vuoti” del sottosuolo: una “groviera” che avrebbe bisogno di essere monitorata costantemente. Mettere in sicurezza tutta Roma sarebbe una grande opera da un 1 miliardo di euro.