Tanta paura ieri pomeriggio in un palazzo di viale dell'Acquedotto Alessandrino a Roma, dove è scoppiato un incendio partito dal primo piano che in pochi secondi ha coinvolto l'intero condominio. Una nube di fumo nero si è alzata in cielo, colpendo anche gli appartamenti superiori. Solo grazie al tempestivo intervento dei pompieri è stato possibile che la nube scura non si propagasse ulteriormente, salvando le altre abitazioni. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, è giunta anche una pattuglia della polizia, con gli agenti alle prese con i primi rilievi scientifici per capire le cause che hanno portato all'incendio. In base alle prime indiscrezione sembra che le fiamme si siano sviluppate dall'appartamento di una donna per colpa di un ferro da stiro. La proprietaria dell'appartamento avrebbe raccontato ai vigili del fuoco e al personale sanitario che mentre stava stirando è partita una scintilla dal ferro, dalla quale è presumibilmente partito il tutto. I pompieri hanno provveduto a spegnere le fiamme in pochi secondi, con il personale del 118 che ha trasportato due persone in ospedale per i necessari controlli. Entrambi non versano in gravi condizioni, ma risultano intossicati dopo aver respirato il fumo proveniente dal fuoco.

Un altro incendio dopo quello a Centocelle

Il bilancio di ieri pomeriggio rischiava di essere peggiore, esattamente come quanto accaduto due settimane fa a Centocelle, quando un incendio avvolto un intero palazzo, con tre persone rimaste ferite in modo grave. In quel frangente un ragazzo di nome Daniele, 25enne del posto, aveva aiutato i vigili del fuoco a soccorrere le persone rimaste intrappolate tra le fiamme, riuscendo a salvare qualche residente del condominio. Per questo motivo il ragazzo aveva ricevuto i complimenti del simbolo della Roma Francesco Totti, che aveva fatto i complimenti al giovane eroe in un video dove lo salutava calorosamente.