Vigili urbani al lavoro per tappare una buca – foto Facebook Sulpl Roma Sindacato di polizia locale
in foto: Vigili urbani al lavoro per tappare una buca – foto Facebook Sulpl Roma Sindacato di polizia locale

La strada è piena di buche e a tapparle non sono i militari, come proposto in un emendamento alla legge di Bilancio varata dal governo, ma i vigili urbani di Roma. A denunciare il fatto è il sindacato di polizia locale Sulpl Roma, che sulla propria pagina Facebook ha pubblicato una fotografia che ritrae due ‘guanti bianchi' intenti a riempire una profonda buca sul manto stradale: "I politici si riempiono la bocca ma poi, nei fatti, noi riempiamo le buche… Senza ditta che raccoglie i rifiuti dopo gli incidenti. Senza ditta che ripara le strade. Senza sale per le formazioni di ghiaccio. Senza vergogna proprio".

In teoria, almeno stando a quanto comunicava prima dell'estate il Campidoglio, la gestione emergenziale delle buche è affidata al dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana (Simu) di Roma Capitale, che si serve di "12 ditte di pronto intervento, ciascuna dotata di almeno tre squadre". A marzo scorso il Campidoglio aveva annunciato il cosiddetto ‘Piano Marshall' per le buche, che prevedeva "di garantire la copertura di 50.000 buche in un mese, per una media di oltre 1.500 al giorno in tutta la città". Poche settimane fa alla Commissione Bilancio del Senato è stato presentato dal Movimento 5 Stelle un emendamento alla legge di bilancio che prevedeva la richiesta di fondi per la riparazione delle buche e in secondo luogo l'intervento dei militari dell'Esercito Italiano proprio per interventi sul manto stradale delle vie della Capitale. Una proposta, questa, che ha sollevato molte critiche.