Gli agenti di Polizia Locale di Roma, dal prossimo 18 febbraio, diventeranno anche controllori sugli autobus di Atac. Lo prevede un protocollo stabilito dall'azienda del trasporto pubblico con il Comando generale dei caschi bianchi. I vigili non solo interverranno per prevenire e sanzionare comportamenti illegali a bordo dei mezzi, a cominciare dagli scippi, ma verificheranno anche che i passeggeri a bordo viaggino con il biglietto, supportando l'azione dei verificatori di Atac.

In particolare gli sforzi della Polizia Locale si concentreranno nei capolinea di piazza dei Cinquecento, Anagnina, Verano, Laurentina, Lido Centro e piazza Mancini. Ma anche nelle aree di  Ponte Mammolo, Tiburtina, Grotte Celoni, piazzale Clodio, largo Preneste, piazzale dell'Agricoltura, Cornelia, Monte Mario e l'area dell'ex manicomio di Santa Maria della Pietà. In tutto saranno circa 50 gli agenti impiegati in questo tipo di servizio ogni giorno

"All'arrivo dei bus, prima di attestarsi alla banchina della fermata il bus sarà controllato dalla porta anteriore, facendo scendere i viaggiatori con titolo di viaggio e fermando i viaggiatori sprovvisti di titolo". Questa la dinamica operativa con cui agiranno le pattuglie composte da vigili urbani e controllori, descritta in un documento citato da il Messaggero.

Per il 2018 per Atac è record per le multe. Sono stati controllati lo scorso anno 2 milioni e 800mila persone, con l'elevazione di 170mila multe, con un aumento del 15% rispetto all'anno precedente. Un risultato commentato così dalla sindaca Virginia Raggi: “Il nostro impegno per la legalità e il rispetto dei mezzi di trasporto pubblico sta dando i suoi frutti. Il 2018 è stato un anno record per controlli e multe su bus, tram e metro. Partiamo anche da questo per migliorare il servizio. Pagare il biglietto è dovere di tutti”.