2.021 CONDIVISIONI
28 Settembre 2019
9:48

Roma, chiuso il ristorante dello scontrino da 430 per un piatto di pesce alle due turiste

La Polizia Locale di Roma ha disposto la chiusura per 5 giorni dell’Antico Caffè di Marte, il bar ristorante nella bufera per lo scontrino da 430 euro a due turiste giapponesi; il provvedimento è scattato per occupazione abusiva di suolo pubblico: il locale aveva sistemato tavolini al di fuori dello spazio consenti. Sanzione anche per avere inserito la mancia nello scontrino.
A cura di Nico Falco
2.021 CONDIVISIONI

La Polizia Municipale ha imposto la chiusura al bar ristorante Antico Campo di Marte, il locale che nei giorni scorsi era finito nella bufera per il salatissimo conto presentato a due turiste giapponesi che avevano preso due piatti di pesce: 349,80 euro per le pietanze più 80 euro di mancia, per un totale di 429,80 euro. Nella sospensione della licenza, però, quel pranzo non c'entra: il provvedimento è partito per occupazione abusiva di suolo pubblico, che ha fatto scattare la chiusura per 5 giorni. Anche se, per quella circostanza, è arrivata comunque una multa: le tariffe sarebbero regolari, ma la sanzione è arrivata per avere messo sullo scontrino anche la mancia.

La polizia locale di Roma è arrivata nell'attività di ristorazione di via Banco Santo Spirito, nel centro storico della Capitale, per verificare eventuali irregolarità e ha riscontrato che i tavolini esterni erano stati sistemati al di fuori dello spazio autorizzato dal I Municipio; l'abuso era stato già sanzionato con 5 giorni di chiusura nelle scorse settimane, ora è arrivato il nuovo provvedimento che ricalca quello precedente.

Ma i caschi bianchi sono intervenuti principalmente per controllare ricevute e scontrini, e per verificare se, come sostenuto dai gestori, le cifre impresse rispecchiano davvero quelle contenute nei menu. E se, come riscontrato in altri casi, i costi sono gli stessi o se esistono maggiorazioni per speculare sui turisti. La voce che ha fatto nascere i sospetti era stata proprio quella della mancia, quegli 80 euro che erano stati inseriti come obbligatori nello scontrino presentato alle due turiste giapponesi. Per quel motivo è stata elevata una sanzione amministrativa di circa mille euro.

Sarebbe invece regolare il resto del conto pagato: le due turiste, come aveva spiegato il legale del bar-ristorante al Messaggero, avevano consumato un primo piatto, due grigliate di pesce fresco, contorno e bevande, pagando poi come da prezzi esposti nel menu.

2.021 CONDIVISIONI
Turista 20enne stuprata in un albergo nel pieno centro di Roma: fermati due coetanei
Turista 20enne stuprata in un albergo nel pieno centro di Roma: fermati due coetanei
Roma, incendio anche sul Grande Raccordo Anulare: carreggiate chiuse e traffico impazzito
Roma, incendio anche sul Grande Raccordo Anulare: carreggiate chiuse e traffico impazzito
Roma, incendio Malagrotta: chiusi asili e nidi nel raggio di 6 km
Roma, incendio Malagrotta: chiusi asili e nidi nel raggio di 6 km
18 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni