La sindaca Virginia Raggi è stata contestata a Rocca Cencia, dove si era recata dopo l'incendio divampato nel Tmb. La prima cittadina è giunta sul posto per vedere di persona gli effetti del rogo al centro di trattamento dei rifiuti. "Non ho elementi, ma se questo è un attacco e non un incidente devono sapere che non ci fermiamo", ha detto in collegamento con la trasmissione "Non è l'Arena". La sindaca ha annunciato che presto il Tmb di Rocca Cencia sarà presidiato dai carabinieri, ma è stata contestata. Poco prima di recarsi sul luogo, Virginia Raggi ha ricordato anche l'incendio che a dicembre è divampato al Tmb Salario e sul quale sta ancora indagando la magistratura. "Dietro l'incendio del Tmb Salario mi sembra che la magistratura abbia detto che ci sia un atto doloso su cui probabilmente sta indagando. Adesso ce n’è un altro. Oltre al Tmb Salario, oltre a questo episodio, ricordo i 600 cassonetti bruciati da quando ci siamo insediati per un danno di circa 500 mila euro. Noi stiamo provando a cambiare il sistema di gestione dei rifiuti. Cosa c’è dietro magari lo scoprirà la magistratura. Io so che i rifiuti rendono tanto, allora quando si parla di riduzione di rifiuti, di riciclo spinto, un determinato sistema che ha prosperato per oltre 60 anni a Roma e in Italia quel sistema non ci sta".

Tmb di Rocca Cencia, si indaga per incendio colposo

L'incendio al Tmb di Rocca Cencia è divampato poco prima delle 20. Rispetto a quello che ha interessato il centro rifiuti al Salario, è stato molto meno esteso. Non si registrano feriti, anche se ancora non sono noti i danni ambientali. Ad allertare i Vigili del Fuoco è stata la vigilanza interna e grazie all'intervento tempestivo le fiamme hanno interessato solo una parte circoscritta della struttura. Il Tmb di Rocca Cencia era l'unico a essere attivo a Roma dopo l'incendio che ha distrutto quello del Salario: i sopralluoghi tecnici effettuati in mattinata hanno evidenziato un macchinario per il sollevamento dei rifiuti distrutti, grossi cumuli di spazzatura bruciati e parte della struttura annerita. Il Tmb di Rocca Cencia rimane quindi agibile e potrà quindi continuare a operare. Non si sa ancora se l'incendio sia doloso o meno ma, come nel caso dell'impianto al Salario, anche qui si va verso l'ipotizzazione di una fattispecie colposa.