3.403 CONDIVISIONI

Rocca di Papa, Giuliano massacrato di botte muore dopo cinque mesi di coma: lascia tre figli

Massacrato di botte per un debito tra loro e deceduto dopo aver combattuto cinque mesi in ospedale tra la vita e la morte. È la tragica storia di un trentaquattrenne di Rocca di Papa, Giuliano Palozzi, vittima di un brutale pestaggio avvenuto lo scorso gennaio a seguito del quale è entrato in coma senza più risvegliarsi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Alessia Rabbai
3.403 CONDIVISIONI
Giuliano Palozzi
Giuliano Palozzi

Giuliano Palozzi è morto in ospedale dopo aver combattuto cinque mesi tra la vita e la morte. Il trentaquattrenne era ricoverato da gennaio scorso, finito in coma dopo un violento pestaggio che si è consumato per mano di un ventinovenne del posto per un debito. Una lunga battaglia, poi ogni speranza dei suoi cari di riabbracciarlo è svanita: le sue condizioni di salute sono peggiorate progressivamente, fino a condurlo al decesso, avvenuto nella mattinata di ieri, giovedì 11 giugno, al Policlinico Umberto I di Roma. Giuliano viveva a Rocca di Papa, lavorava saltuariamente come maniscalco e aiutava lo zio che produce formaggi. Separato dalla compagna, lascia tre figli piccoli. La notizia ha scosso Rocca di Papa, la comunità dei Castelli Romani si è stretta intorno al dolore della famiglia, in attesa che vengano celebrati i funerali, per l'ultimo saluto. Tantissimi i messaggi di cordoglio comparsi su Facebook.

Giuliano massacrato di botte per un debito

I drammatici fatti risalgono alla notte del 27 gennaio scorso, quando Giuliano e il suo aguzzino si sono incontrati in via Frascati. Secondo quanto emerso in sede d'indagine, tra i due sarebbe nata una discussione animata, per un debito, a seguito della quale il ventinovenne, con precedenti penali, lo ha aggredito brutalmente, prendendolo a calci e a pugni, fino a lasciarlo a terra svenuto, provocandogli un ematoma in testa, che ha richiesto un delicato intervento chirurgico. I carabinieri di Rocca di Papa hanno arrestato il responsabile dopo qualche ora per il reato di tentato omicidio e lo hanno portato in carcere. Ora, dopo la morte di Giuliano, la sua posizione si aggrava e la pesante accusa pendente su di lui della quale dovrà rispondere davanti ai giudici è quella di omicidio.

3.403 CONDIVISIONI
Incidente mortale su via Appia: Fabrizio Pellegrini muore sul colpo
Incidente mortale su via Appia: Fabrizio Pellegrini muore sul colpo
Feste e inchieste nell’impero Sonrisa: la storia della famiglia Polese
Feste e inchieste nell’impero Sonrisa: la storia della famiglia Polese
"Il busto di Simón Bolívar a Roma profanato dai fascisti", la denuncia arriva da Nicolás Maduro
"Il busto di Simón Bolívar a Roma profanato dai fascisti", la denuncia arriva da Nicolás Maduro
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views