Marco La Corte ha 23 anni e alcuni giorni fa la sua vita è cambiata a seguito di un incidente sul lavoro in cui ha perso la milza. Un danno permanente riportato dopo essere stato investito da un'auto. Marco fa il rider e stava effettuando l'ultima consegna della serata quando un pirata della strada l'ha scaraventato contro le auto parcheggiato per poi sbalzarlo sulla strada. Quando si sveglia in ospedale non ha più la milza e diverse costole rotte, oltre a escoriazioni e contusioni su tutto il corpo.

Quando è stato investito Marco stava lavorando per Deliveroo. I rider non sono lavoratori dipendenti e per questo sono coperti solo da un'assicurazione che l'azienda stipula con un'assicurazione privata. Polizze i cui massimali spesso non sono adeguati in caso di gravi incidenti. Nel caso della piattaforma Deliveroo in Italia se un rider perde la vista da entrambi gli occhi o di un arto di riceverà 25.000 euro, mentre la perdita dell'uso di una spalla o di un gomito vale 12.500 euro e in caso di decesso i congiunti si vedranno corrispondere 50.000 euro. E in caso di asportazione della milza come accaduto a Marco? Non è chiaro dalla tabella che si legge online ma se per rene vengono corrisposte 7.500 euro, possiamo immaginare che si tratti di una cifra simile.

Dopo l'incidente Marco, che lavora per mantenersi agli studi e inseguire il sogno di guadagnarsi da vivere con la sua musica, ha incontra le Camere del Lavoro Autonomo e Precario, un'associazione sindacale di nuova generazione dove si organizzano soprattutto precari. Le CLAP decidono di lanciare una raccolta fondi per il rider infortunato, e in poco più di 10 giorni sono riusciti a raccogliere 1300 euro tramite piccole donazioni online: "La raccolta fondi è andata molto bene: 1300 euro in due settimane. Un piccolo ma importante gesto, per ribadire a gran voce: solo uniti si vince. Grazie a tutte e tutti coloro che hanno sottoscritto. Auguri a Marco!"