Momenti di tensione nella tarda mattinata di oggi – mercoledì 13 febbraio – in piazza del Campidoglio. Qui un dipendente dell'ippodromo di Capannelle, di cui è stata annunciata la chiusura negli scorsi mesi, si è cosparso di benzina tentando di darsi fuoco. A Fermarlo dal suo proposito alcuni colleghi e gli agenti di polizia. In cinque o sei si sono avventati su di lui riuscendo a impedire che si desse fuoco, mentre un poliziotto ha preso un estintore e lo ha azionato nella direzione dell'uomo. Uno degli agenti nella colluttazione è anche rimasto ferito.

"A costo di morire non mi muovo da Capannelle, dovranno passare sul mio cadavere – ha dichiarato l'uomo che poco dopo ha tentato l'estremo gesto di protesta – Tra 15 giorni scade il contratto di affitto e poi c'è il buio, per farne uno nuovo ci vogliono almeno sei mesi e nel frattempo rischiamo la chiusura definitiva". Poi la promessa che ha rischiato di trasformarsi in tragedia: "Se no ci ricevono oggi sono pronto anche a darmi fuoco".

"Raggi stai uccidendo l'ippica romana" e "Capannelle=Flaminio. Grazie Frongia", sono alcuni degli striscioni appesi dai dimostranti che, chiedono uno sblocco della trattativa tra l'ormai ex gestore Hippogroup Spa e la Giunta Raggi, così da rilanciare lo storico impianto e garantire un futuro occupazionale ai dipendenti.

Il Partito democratico si è schierato al fianco dei manifestanti: La disperazione per l'incertezza ha spinto un allevatore a darsi fuoco, un gesto estremo che deve far riflettere la Giunta Raggi, colpevole di inerzia, indifferenza e confusione". Così in una nota congiunta i consiglieri comunali Pd Marco Palumbo e Giovanni Zannola. "Da mesi ormai la maggioranza capitolina trascina l'incertezza sul futuro dell'ippodromo senza prendere decisioni e senza assumersi responsabilità, lasciando in balia del loro destino decine di famiglie -proseguono Palumbo e Zannola – Ora basta, la Giunta riceva gli operatori di Capannelle e li informi sulle soluzioni che ha intenzione di mettere in campo. Basta giocare sulla pelle dei cittadini".