Si è svolta questa sera, alle 19, la cerimonia di commiato per la neonata trovata morta nel Tevere lo scorso 6 luglio e ribattezzata Francesca Romana. Il funerale si è tenuto presso la parrocchia di San Raffaele Arcangelo al Trullo: alle esequie erano presenti, oltre alla presidente dell'associazione Salvamamme Grazia Passeri, anche la sindaca Virginia Raggi e il vescovo vicario di Roma, Mons. Ruzza. Hanno poi portato il loro omaggio alla piccola anche Cesare Bergamini e Simone Carfagna, ossia il pescatore e il sommozzatore del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che hanno ritrovato il corpicino. A chiedere la possibilità di organizzare una cerimonia di commiato per la neonata è stata la presidente di Salvamamme Grazia Passeri. "Grazie al grande cuore della sindaca Raggi, del vescovo vicario di Roma, Mons. Gianrico Ruzza, questa creatura avrà il saluto che merita – ha spiegato Passeri – perché un bimbo di nessuno è un bimbo di tutti".

La neonata morta nel Tevere sepolta in una bara bianca

Una folla di persone ha partecipato alla cerimonia di commiato per la neonata trovata morta nel Tevere. La piccola è arrivata in chiesa in una bara bianca, con un vestito di merletti ricamato a mano e una copertina cucita per lei dalle nonne dell'associazione. Salvamamme ha scritto una lettera alla neonata, soffocata subito dopo la nascita e gettata nel Tevere da ignoti. "Piccola Romana, la città ha pianto lacrime vere per te e solo le lacrime possono sanare certe ferite. Piccola innocente, ultima tra gli ultimi sei un tesoro prezioso che ora ricordiamo con commozione e dolce rimpianto. (…)Ora sei qui con noi bimba bella, riconosciuta come nostra figlia, dormi in un bel vestitino di merletto dono delle mamme di Roma, sei  scaldata da una copertina fatta a maglia per te dalle nostre nonne. La copertina che Salvamamme dona ad ogni suo bimbo vivo o morto che sia. Porta con te l’amore di questa città e la speranza che non si debba più piangere su altri bimbi sacrificati assurdamente".

Neonata morta nel Tevere, indagini ancora in corso

La piccola è stata trovata riversa nel Tevere la mattina del 6 luglio da un pescatore. Nata poco prima, aveva un livido sulla nuca: l'autopsia effettuata dal medico legale ha rivelato che la neonata è morta per soffocamento, ma non è chiaro se la cause siano state naturali o se qualcuno l'abbia uccisa di proposito. Poi, ignoti hanno gettato la piccola nel fiume Tevere, probabilmente da una macchina in corso. Non si sa ancora chi siano i genitori della bimba e chi abbia compiuto questo delitto efferato.