Un momento della prima Sagra degli Spaghetti all’Amatriciana dopo il sisma
in foto: Un momento della prima Sagra degli Spaghetti all’Amatriciana dopo il sisma

Il mercatino di Natale di Piazza Navona – tra una polemica e l'altra – è pronto a partire domani, sabato 8 dicembre per il giorno dell'Immacolata, e durerà fino all'Epifania. Per l'edizione 2018 ci saranno anche tre stand che racconteranno i sapori e le tradizioni del territorio di Amatrice. In vendita, oltre naturalmente ai prodotti enogastronomici, anche l'artigianato locale. "È un'occasione importante per raccontare questo territorio e per sostenerne le attività artigianali, la storia, le tradizioni. Grazie alla Giunta Capitolina per questo contributo concreto alla valorizzazione delle capacità attrattive del nostro territorio", spiega il Sindaco Filippo Palombini. La festa rappresenterà una nuova occasione per contribuire al rilancio del territorio della conca amatriciana, devastato dal sisma del 2016, e un'occasione per le istituzioini

"Amatrice è nota in tutto il mondo non solo per i suoi ‘Spaghetti all'Amatriciana', ma anche perché di amatriciani a Roma ve ne sono tantissimi, molti si sono costituiti in associazioni, comitati, gruppi.  – si legge invece in una nota del comune di Amatrice – Sono persone che sempre hanno portato Amatrice nel cuore e l'hanno sostenuta sia prima che dopo il sisma: insieme a chi partirà da Amatrice per raggiungere Piazza Navona per l'importante evento natalizio gli amatriciani di Roma saranno i benvenuti per sostenere, ancora una volta, la loro terra, le sue tradizioni, le sue esperienze, il suo valore culturale, turistico, agroalimentare. Piazza Navona, per il periodo natalizio, sarà il luogo per eccellenza: in questa storica piazza si riverseranno turisti da tutta Italia e dal mondo. Saranno i benvenuti non solo gli amatriciani di Roma, ma tutti i romani e tutte le persone che, da sempre, hanno il cuore vicino ad Amatrice. Ai nostri conterranei, ai cittadini d'Italia e del mondo, a tutti: venite a trovarci".