Gregorio Paltrinieri (La Presse) e Manuel Bortuzzo
in foto: Gregorio Paltrinieri (La Presse) e Manuel Bortuzzo

"Manuel Bortuzzo mi ha trasmesso una carica che è difficile da spiegare, è veramente un grande" ha detto il nuotatore Gregorio Paltrinieri, classe '94, che tre giorni fa è andato a trovare per la prima volta dall'accaduto il 19enne ferito da un proiettile lo scorso 3 febbraio nel quartiere Axa di Roma. Il campione olimpico dei 1500 metri stile libero ha commentato l'incontro che ha avuto con il giovane durante il suo intervento al Congresso Nazionale della Federazione Medico Sportiva Italiana: "Sono rimasto allibito – ha detto – lo conoscevo dal punto di vista sportivo, però è incredibile il modo con cui si approccia a quello che è successo". Un'impressione condivisa da tutti coloro che lo hanno conosciuto o che sono andarlo a trovare, conquistati dalla forza di volontà del giovane atleta e dal suo sorriso contagioso.

Manuel Bortuzzo con Gabriele Detti

Manuel Bortuzzo quanche giorno fa ha ricevuto anche la visita di Gabriele Detti, campione mondiale degli 800 metri stile libero. I due si sono fatti scattare una bellissima foto insieme al polo natatorio di Ostia, alle porte di Roma, che il padre di Manuel, Franco, ha pubblicato sul suo profilo Facebook con scritto: "Volere volare, pronti a tornare". Su Instagram il nuotatore livornese ha scritto: "Sei un toro, stai una bomba ma ti vedo un po' bianchino sai, Ciccio?! Dai dai dai che manca poco!" E ha aggiunto: "Ti aspetto in acqua". Manuel Bortuzzo è uscito poche settimane fa dall'ospedale è tornato in acqua lo scorso 17 marzo indossando proprio la cuffia dell'amico Gabriele, per riprendere gli allenamenti insieme con il percorso di riabilitazione iniziato presso la Fondazione Santa Lucia di Roma.