Un nuoto tassello sembra ormai da aggiungere al puzzle della futura giunta del Movimento 5 stelle in Campidoglio. La neoeletta Virginia Raggi avrebbe chiamato Antonio Blandini ha guidare l'assessorato "a tempo" per rimettere ordine nella jungla delle aziende municipalizzate del Campidoglio. Una selva di partecipazione, poltrone e bilanci (troppo spesso in perdita), che è uno dei primi obiettivi del programma pentastellato. Parola d'ordine: razionalizzare e risanare, senza privatizzare.

L'uomo chiamato all'ardua impresa è appunto Antonio Blandini che, secondo quanto reso noto dall'Ansa, sarebbe pronto a dire di sì a Raggi. Docente di Diritto commerciale alla facoltà di Economia dell'Università Federico II di Napoli, e di Diritto commerciale progredito alla Luiss Guido Carli di Roma, una delle università private più prestigiose del paese.

Con l'arrivo del Movimento 5 stelle in aula Giulio Cesare sono pronti a rassegnare le dimissioni, rimettendo il mandato nelle mani di Virgini Raggi, sia il numero uno di Atac Marco Rettighieri, sia diversi competenti del cda di Acea (almeno le poltrone di competenza pubblica essendo l'azienda partecipata anche da gruppi privati). Domani pomeriggio prevista la riunione del cda di Ama, dove l'ad Daniele Fortini e la consigliera Carolina Cirillo avrebbero già deciso di rimettere il loro mandato.