Affrontare l'emergenza rifiuti insieme, senza più litigi e con piani condivisi da tutti. Questo è quanto uscito dall'incontro avvenuto oggi tra Ama, la sindaca Virginia Raggi e i sindacati, che hanno istituito una cabina di regia per risolvere e monitorare il problema dell'immondizia a Roma, ormai diventato insostenibile. Il progetto ha preso il nome di "Cabina di regia permanente per la riorganizzazione del servizio di pulizia e il decoro della città" e vede impegnati oltre ad Ama e al Campidoglio, anche i sindacati Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel. Si tratta del secondo passo per provare a risolvere l'emergenza rifiuti nella capitale dopo l‘ordinanza varata dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e che l'azienda guidata da Luisa Melara considera però insufficiente per liberare Roma dall'immondizia. Per questo sarà creata una Commissione che avrà il compito di lavorare su diversi temi: operatività, logistica, modello di raccolta, piano straordinario pulizia, infrastrutture per la raccolta, mezzi, risorse umane e piano assunzionale, risorse finanziarie e iniziative per l'educazione ambientale, la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori.

Emergenza rifiuti a Roma, istituita una cabina di regia

In un comunicato congiunto i sindacati hanno espresso apprezzamento per il risultato dell'incontro avuto con Ama e Campidoglio e auspicano che possa essere un ulteriore passo per lavorare insieme sull'emergenza rifiuti a Roma. "Tutti devono dare il proprio contributo per uscite dall’emergenza e scongiurarne altre in futuro – hanno dichiarato Natale Di Cola, Marino Masucci e Massimo Cicco, segretari generali di Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel – Importante che il protocollo parta dalle difficili condizioni di lavoro. È un segnale di attenzione. Inoltre ci è stato annunciato che entro luglio si chiuderà la lunga vicenda del bilancio 2017 e che verremo informati costantemente in forma scritta sulla gestione dei flussi in uscita verso altri impianti, il più grande punto di criticità del ciclo oltre alle dotazioni organiche e la scarsa disponibilità di mezzi. Con i mezzi ulteriori già arrivati e quelli che speriamo di avere a breve è possibile risalire la china. Pensiamo che le istituzioni, oltre alle articolazioni di Roma Capitale come Municipi e Polizia Municipale, debbano lavorare in sinergia e la cabina di regia servirà anche a questo. Ma soprattutto si è riconosciuto lo sforzo dei lavoratori e si stanno mettendo in campo strumenti per migliorare le condizioni in cui operano. Adesso bisogna dare a loro e ai cittadini un segnale chiaro di inversione di tendenza".