Coronavirus nel Lazio
in foto: Coronavirus nel Lazio

Chiuse le spiagge del litorale, vietato accesso a parchi e ville. Vietata l'attività ludica e ricreativa fuori casa, mentre l'attività sportiva è consentita solo nelle vicinanze della propria abitazione, uno per volta e comunque rispettando la distanza di sicurezza. Queste le conseguenze, anche a Roma, dell'ordinanza del Ministero della Salute di ieri sera. Intanto nel Lazio i contagi totali, che comprendono anche guariti e deceduti, hanno superato i mille. Ieri 59 suore di due diversi istituti di Roma e provincia sono risultate positive al coronavirus, mentre rimane delicata la situazione di Fondi, Latina, che da due giorni è diventata ‘zona rossa'.

Bollettino Spallanzani, 215 ricoverati

I pazienti positivi al coronavirus ricoverati all'Istituto Spallanzani sono 215. Di questi, 21 sono quelli che necessitano di supporto respiratorio. Ad oggi i pazienti dimessi sono 324. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 67.

Chiuse spiagge, vietato accesso a parchi e ville

La sindaca Raggi ha spiegato le nuove misure nel corso di una diretta Facebook: "Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto ma è consentito svolgere attività motorie vicino alle proprie abitazioni purché nel rispetto della distanza di almeno un metro dalle altre persone. È inoltre vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case. Ho appena firmato un'ordinanza per vietare l'accesso al litorale di Roma, quindi alle spiagge, alla pineta di Castel Fusano e a quella di Acqua Rossa".

Intensificati i controlli stradali

Verranno intensificati i controlli stradali a Roma. Non ci saranno più controlli a campione, ma verifiche su tutti i veicoli con specifici posti di blocco. Così stabilisce una circolare interna indirizzata al gruppo di Polizia Locale Roma Tintoretto. In pratica i vigili faranno incolonnare i veicoli e li controlleranno tutti, uno per uno.

I dati di ieri, 20 marzo

Sono 1008 nella Regione Lazio, dati aggiornati a ieri, 20 marzo, i casi positivi al coronavirus Di questi, 328 sono in isolamento domiciliare, 537 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 47 sono ricoverati in terapia intensiva, 43 sono deceduti e 53 guariti.