Francesco Vaia, Istituto Spallanzani
in foto: Francesco Vaia, Istituto Spallanzani

I pazienti positivi al coronavirus ricoverati all'Istituto Spallanzani sono 215. Di questi, 21 sono quelli che necessitano di supporto respiratorio. Ad oggi i pazienti dimessi sono 324. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 67. Così si legge nell'ultimo bollettino delle 12. I dati sono aggiornati a oggi, 21 marzo.

"Già dalla giornata di ieri sono attivi i due Spoke a bassa intensità assistenziale (uno nella zona nord ed un altro nella zona sud di Roma) dove vengono accolti pazienti asintomatici o poco sintomatici, che per vario motivi non possono restare a casa. Infine, come da cronoprogramma, sono attive da oggi ulteriori 7 postazioni di terapia intensiva a Casal Palocco", si legge ancora sul bollettino. Il direttore dello Spallanzani, Francesco Vaia, ha ribadito che per ora i numeri sono sotto controllo, ma ha invitato tutti i cittadini a restare a casa: "L'invito è a rimanere a casa. In questo modo i contagi rimarranno sotto controllo".

Bollettino Spallanzani 21 marzo, testo integrale

Di seguito il testo integrale del bollettino odierno dell'Istituto Spallanzani:

BOLLETTINO MEDICO NUMERO 51– 21 MARZO 2020

I pazienti COVID 19 positivi sono in totale 215.

Di questi, 21 pazienti necessitano di supporto respiratorio.

In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici.

I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell’acido nucleico del nuovo coronavirus sono 324.

I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 67.

Già dalla giornata di ieri sono attivi i due Spoke a bassa intensità assistenziale (uno nella zona nord ed un altro nella zona sud di Roma) dove vengono accolti pazienti asintomatici o poco sintomatici, che per vario motivi non possono restare a casa.

Infine, come da cronoprogramma, sono attive da oggi ulteriori 7 postazioni di terapia intensiva Casal Palocco.