227 CONDIVISIONI
Opinioni
News su Valentino Talluto, l'untore dell'HIV

Condanna untore dell’Hiv, i giudici: “Nessun pentimento e ricerca ossessiva del piacere sessuale”

I giudici della III Corte d’Appello esprimono un giudizio severissimo su Valentino Talluto, condannato per aver contagiato una trentina di donne consumando centinaia di rapporti non protetti in nove anni. Per i giudici non solo non si è mai pentito ma ha “tratto profitto dalla disponibilità delle sue partner speculando sui loro sentimenti”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Valerio Renzi
227 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News su Valentino Talluto, l'untore dell'HIV

Sono state rese note le motivazioni con cui i giudici della Terza Corte d'Assise del Tribunale di Roma, hanno rifiutato uno sconto di pena per Valentino Talluto, ritenuto responsabile di aver consapevolmente contagiato con l'Hiv una trentina di donne, consumando almeno 200 rapporti sessuali non protetti in 9 anni. In quaranta pagine i giudici non solo ricostruiscono la vicenda, ma esprimono un giudizio severissimo sulla condotta di Talluto.

L'uomo non solo ha "speculato sui sentimenti delle vittime", ma "non ha dato segni di pentimento". Il lieve sconto di pena da 24 a 22 anni, è solo un fatto tecnico dunque, perché quattro partner non sono state contagiate e non è stato riconosciuto il reato di tentate lesioni. Di più, il reato di epidemia dolosa non è stato riconosciuto solo perché "l'Hiv non viene considerato un morbo a sviluppo rapido. E soprattutto il reato ipotizzato dal legislatore nel 1930 prevede che la materia contagiosa, cioè i germi, siano separati da chi li diffonde (ossia il contagio prevede sempre l'intervento della mano umana). E quindi impedisce di ritenere che il contagio umano possa qualificarsi come epidemia in senso giuridico".

"Talluto non merita le attenuanti così come riconosciuto dal primo giudice perché pur consapevole della gravità del male e del pericolo che derivava dalla sua condotta ha reiteratamente esposto al rischio di contagio un numero impressionante di ragazze, incurante delle conseguenze, protervo nel mendacio continuo," scrivono i giudici sottolineando la "ricerca ossessiva del piacere sessuale" a discapito della salute delle donne con cui aveva una relazione. E ancora: "Ciò che si rimprovera a Talluto è di aver tratto profitto dalla disponibilità delle sue partner speculando sui loro sentimenti e di aver avuto con loro plurimi rapporti tacendo la propria condizione di sieropositività. Non risultano inoltre significativi segni di resipiscenza".

227 CONDIVISIONI
Immagine
Giornalista pubblicista e capo area della cronaca romana di Fanpage.it. Ho collaborato prima prima di arrivare a Fanpage.it su il manifesto, MicroMega, Europa, l'Espresso, il Fatto Quotidiano. Oltre che di fatti e politica romana mi occupo di culture di destra e neofascismi. Ho scritto per i tipi di Edizione Alegre "La politica della ruspa. La Lega di Salvini e le nuove destre europee" (2015) e per Fandango Libri "Fascismo Mainstream" (2021).
Valentino Talluto, l'untore dell'Hiv condannato a 24 anni: ha contagiato 30 donne
Valentino Talluto, l'untore dell'Hiv condannato a 24 anni: ha contagiato 30 donne
Valentino Talluto untore di Hiv, la Cassazione: "Colpevole, nuovo processo per aumento della pena"
Valentino Talluto untore di Hiv, la Cassazione: "Colpevole, nuovo processo per aumento della pena"
Condannato a 22 anni Valentino Talluto l'untore dell'Hiv: in Appello 2 anni di sconto di pena
Condannato a 22 anni Valentino Talluto l'untore dell'Hiv: in Appello 2 anni di sconto di pena
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views