Domenica 19 novembre i cittadini di Ostia sono chiamati nuovamente alle urne, per il ballottaggio per il rinnovo del consiglio del X Municipio e la scelta del nuovo presidente. A sfidarsi, tra le polemiche seguite all'aggressione da parte di Roberto Spada a un giornalista della trasmissione ‘Nemo' di Rai 2, Monica Picca per il centrodestra e Giuliana Di Pillo per il Movimento 5 stelle. Il voto arriva dopo due anni di commissariamento del X Municipio, seguito allo scioglimento per mafia, e proprio per questo il gesto dell'esponente della famiglia Spada, interrogato in merito ai rapporti con Casa Pound, il movimento di estrema destra che ha totalizzato il 9% dei consensi al primo turno, ha fatto suonare un campanello d'allarme.

Oggi non a caso si è scelto di tenere una seduta straordinaria del Comitato provinciale per l'ordine pubblico e la sicurezza, alla presenza del ministro dell'Interno Marco Minniti, nell'aula consiliare del X Municipio. Alla riunione hanno partecipato anche la sindaca Virginia Raggi (assieme al capogruppo del M5s Paolo Ferrara che è proprio di Ostia), il prefetto Paola Basiloni, il questore Guido Marino il generale dei carabinieri Antonio De Vita. La riunione ha discusso delle attività di controllo da tenere attorno al voto di domenica, quando fuori e attorno ai seggi vigileranno anche agenti in borghese.

"Abbiamo svolto questa riunione straordinaria grazie alla tempestività con la quale la prefetta di Roma ha convocato questa riunione, ringrazio la sindaca di Roma per la collaborazione. – ha dichiarato il ministro Minniti – Il fatto che ci sia il prefetto Vulpiani ci ricorda che il municipio è stato sciolto per mafia. In questi anni c'è stata un'attività di contrasto molto forte per arresti e patrimoni confiscati frutto di un imponente attività investigativa che nei prossimi mesi avrà ulteriori sviluppi".

Minniti ha poi chiarito come il livello di vigilanza attorno alle operazioni di voto sarà massima: "Adesso abbiamo l'appuntamento di domenica prossima: dobbiamo affrontare la libertà di voto nell'assoluta tranquillità. Ci sarà una vigilanza importante nei seggi ma discreta per impedire qualsiasi forma di condizionamento. Ci sarà una presenza fisica. Il nostro sarà un appello al voto, alla partecipazione. Questo è il nostro impegno per dare una risposta di isolamento dei criminali e dei violenti". "Il nostro obiettivo è quello di liberare Ostia dalla criminalità: sarà un obiettivo costante di tutte le istituzioni, in questo modo daremo uno straordinario aiuto alla città. Ostia è una città nella città, liberandola sarà uno spot comunicativo per la città", ha concluso Minniti