Violenti temporali si sono abbattuti nella serata di ieri su Roma, provocando gravi disagi alla circolazione e agli spostamenti dei cittadini ostaggio delle strade allagate. Decine gli alberi caduti a causa del forte vento di Libeccio, che sul litorale ha spazzato le spiagge da Ostia a Fregene, da Torvaianica ad Anzio, una violenta mareggiata che in diversi casi ha mangiato decine di metri di spiaggia. Oltre cinquecento le chiamate ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine, con centinaia di interventi che sono andati avanti fino a tarda notte, soprattutto per liberare le strade dall'acqua disostruendo le caditoie. Solo per la rimozione di alberi e rami caduti o pericolanti sono stati 150 gli interventi dei vigili del fuoco.

Maltempo a Roma: le strade si trasformano in veri e propri fiumi

Le situazioni più critiche si sono registrate a Castel Fusano e a Guidonia, alla periferia Est e Sud della capitale, ma non c'è stato un quartiere che è stato risparmiato dal maltempo e dagli allagamenti. Le strade si sono trasformate in alcuni casi in veri e propri fiumi, come accaduto su via Portuense, al Trullo, la Magliana, Monteverde, Montesacro, Cinecittà.

Previsioni meteo per oggi lunedì 4 novembre

La situazione questa mattina sembra essere tornata alla normalità. La pioggia ha cessato di battere e il maltempo dovrebbe dare una tregua ma solo per qualche ora: già dalla tarda serata di oggi – lunedì 4 novembre – sono previste nuove precipitazioni e nuovi temporali sono attesi dalla giornata di domani, martedì 5 novembre. L'ondata di maltempo non abbandonerà la Penisola prima della fine della settimana, alternando momenti piogge e brevi schiarite.