Per ogni cartello stradale che indica "buche pericolose" sulla carreggiata oppure una "strada dissestata", il Municipio X di Roma, quello di Ostia, spende quasi 100 euro, 96,55 euro per l'esattezza. A rivelarlo è la consigliera municipale di Forza Italia Mariacristina Masi, che su Facebook ha postato uno stralcio di un documento firmato da Nicola De Bernardini, direttore tecnico del municipio.

"In merito all'acquisto di cartelli stradali si comunica che la fornitura in opera è stata eseguita nell'ambito dell'appalto di manutenzione stradale Lotto 1 e Lotto 2. La ditta esecutrice è la CO.GE.PRE.. Il costo del singolo cartello stradale è pari a 96,55 euro al netto del ribasso del 33,879 per cento". Così si legge nella risposta firmata dal dirigente municipale.

Forse 500 cartelli in tutto il Municipio X

Secondo Masi i cartelli di questo tipo sono circa 500 su tutto il territorio di Ostia e dintorni. "Ho dovuto fare una nuova richiesta. Non meno di 500 credo ma ancora non lo so", scrive su Facebook. Se il numero dovesse essere confermato significherebbe, per il municipio, spendere circa 50mila euro per avvisare i cittadini che alcune strade sono dissestate, presentano radici sporgenti sulla carreggiata oppure sono piene di buche. Non è chiaro se il costo comprenda anche l'istallazione su strada dei cartelli stradali.

"Abbiamo finalmente saputo quanto sono costati i cartelli strada dissestata, 30 Km/h all’Amministrazione e quindi alle tasche dei cittadini, 96,55 l’uno. Una cifra prevedibile e che non lascia spazio a dubbi: i cartelli oltre a essere inutili perché non risolvono il problema della sicurezza, sono anche estremamente dispendiosi per la collettività. Per i problemi di trasparenza, ormai noti in X Municipio, si sono ‘dimenticati' di scrivere il costo complessivo e il numero totale dei cartelli acquistati e si sono rifiutati di rispondermi in merito, ma non ci vuole molto a capire che la quantità è abbastanza ingente, avendo coperto per ora più di cento strade", scrive in una nota la consigliera.

Sulle strade di Ostia, proprio a causa delle condizioni del manto stradale, sono morte la stella del nuoto sincronizzato Noemi Carrozza, 22 anni, e la 26enne Elena Aubry. Entrambe viaggiavano sul loro motorino quando, probabilmente a causa delle radici sporgenti (ma le indagini sono ancora in corso), hanno perso l'equilibrio e sono cadute. La mamma della Aubry ha rivolto un appello ai romani in cui chiede di cerchiare di giallo le buche presenti sul manto stradale.

Il documento postato dalla consigliera municipale del X Municipio Mariacristina Masi
in foto: Il documento postato dalla consigliera municipale del X Municipio Mariacristina Masi