La voragine che si è aperta sul GRA
in foto: La voragine che si è aperta sul GRA

Paura nel pomeriggio di ieri – venerdì 3 luglio – sul Grande Raccordo Anulare di Roma dove, davanti agli automobilisti che percorrevano la strada poco dopo l'uscita della Pisana in carreggiata interna, all'improvviso si è aperta una voragine di poco meno di un metro di diametro. Anche se non molto profondo il cedimento nell'asfalto, soprattutto per l'alta velocità con cui viene percorso il raccordo, ha rischiato di provocare gravissimi incidenti. Fortunatamente solo due auto sono ‘cadute' nella voragine non riportando gravi conseguenze. Sul posto la Polizia Stradale e i vigili del fuoco che si sono messi a lavoro per mettere in sicurezza la sede stradale e svolgere i rilievi tecnici necessari a prevenire nuovi cedimenti, oltre che al ripristino del manto stradale. Inevitabili le ripercussioni al traffico con lunghe code.

Sempre ieri sul Raccordo si è registrato purtroppo un incidente mortale: nello scontro tra un'automobile e una moto ha perso la vita un centauro. Il sinistro all'altezza del chilometro 30, tra lo svincolo per la Casilina e quello della Tiburtina. Per l'uomo non c'è stato purtroppo nulla da fare: quando il personale sanitario è giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso, avvenuto a causa del violentissimo impatto con la strada. Questa notte un altro incidente mortale è avvenuto alle porte di Roma: un 37enne ha perso il controllo della sua auto su via Prenestina Vecchia finendo la sua corsa schiantandosi contro un albero al lato della carreggiata. È rimasto ucciso sul colpo.