[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

La paura è tanta in provincia di Frosinone dove già a partire da questa notte sono iniziate le scosse di terremoto. Pochi minuti fa un'altra scossa con epicentro a Pescosolido ha spaventato i residenti, scesi in strada per paura che il sisma possa peggiorare. Secondo una prima stima dell'Ingv, la magnitudo sarebbe di 2.2, con una profondità di 12 chilometri. Si tratta di un altro terremoto successivo a quello delle 18.35 che ha invece avuto epicentro a Balsonaro, in provincia de L'Aquila. Secondo la scala Richter, quello di Frosinone sarebbe un terremoto molto leggero, anche se è stato avvertito distintamente dai residenti, spaventati dalla forte scosse.

Terremoto a Frosinone, le prime scosse già nella notte

È da questa notte che lo sciame sismico investe le regioni di Lazio e Abruzzo. Ed è proprio tra Balsorano e Pescosolido che si sono registrati i terremoti: e, poco fa, sono state entrambe gli epicentri dei sismi che hanno scosso l'Italia Centrale. Finora non sono stati registrati danni a persone o cose, ma sono in corso valutazioni da parte delle autorità. Sono molte le chiamate al 112 di cittadini spaventati, la maggior parte dei quali si è riversata in strada attendendo istruzioni. Soprattutto nella zona di Frascati e dei Castelli Romani le persone sono uscite dalle abitazioni, così come a Velletri e Lariano, dove il terremoto è stato avvertito con intensità.

Vigili del Fuoco: "Per ora non si hanno notizia di danni o feriti"

Non sono per ora registrati danni a persone e strutture. A dirlo sono i Vigili del Fuoco, che hanno spiegato come finora siano arrivate solamente richieste d'informazioni alle sale operative sparse sul territorio italiano da parte della popolazione. L'Ingv raccomanda di fare però attenzione ad eventuali nuove scosse, che potrebbero avere un'intensità maggiore rispetto alle precedenti.