Il cadavere di un uomo trovato nel canale Mortacino a Terracina è di Singh Baljinder, un bracciante agricolo di trent'anni. Il rinvenimento è avvenuto nella serata di ieri, lunedì 10 giugno, nel territorio sul litorale della provincia di Latina. Secondo le informazioni apprese Singh, di origini indiane, abitava in città. Il suo corpo è stato ritrovato privo di documenti, in un primo momento non è stato possibile identificarlo, ma durante la giornata le forze dell'ordine sono riuscite a risalire alle sue generalità. A dare l'allarme è stato un passante che ha notato quella che sembrava essere una sagoma umana, preoccupato, ha chiamato aiuto. Sul posto, ricevuta la segnalazione, sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno lavorato per recuperare il corpo in acqua, servendosi di un gommone. Insieme a loro sono arrivati i carabinieri e il personale sanitario del 118. Una volta recuperato il corpo, i pompieri lo hanno affidato ai paramedici che hanno tentato di soccorrerlo. Purtroppo per il 30enne non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso.

Singh Baljinder trovato morto

Presenti per gli accertamenti di rito necessari al caso i militari di Terracina, che indagano sull'accaduto. Gli investigatori stanno tentando di ricostruire la dinamica dei fatti, nell'attesa dei risultati degli esami autoptici. Una volta prelevato il corpo infatti, la salma è stata trasferita in obitorio e messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per l'esecuzione dell'autopsia. le informazioni che emergeranno serviranno a chi indaga per far luce sulle cause che hanno provocato il decesso. Tante le cose da capire, prima tra tutte come Singh sia finito in quel canale, se si sia trattato di un incidente, se l'abbia spinto qualcuno o se, addirittura, il suo corpo sia stato abbandonato in quel posto quando lui era già morto. Al momento nessuna pista è esclusa.