Hanno cercato di uccidere un giovane nel quartiere popolare ‘Le torri' a San Bartolomeo frazione di Cassino in provincia di Frosinone nella notte del 26 giugno del 2019. I carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Cassino hanno arrestato cinque persone di etnia rom che dovranno rispondere dell'accusa a proprio carico di tentato omicidio. I militari hanno reso esecutiva la misura di custodia cautelare emessa dal dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale, su richiesta della Procura, al termine di complesse indagini che hanno portato all'identificazione dei responsabili. Tre degli arrestati attualmente si trovano in carcere, mentre a due è stato disposto l'obbligo di dimora.

Arrestate cinque persone per tentato omicidio

Secondo le informazioni apprese i fatti risalgono a un anno fa e sono accaduti nel Frusinate. Autori del gesto i membri di una nota famiglia rom che abita tra Lazio e Molise, alla cui identità i militari sono risaliti grazie a mesi di lavoro coordinato dalla Procura. Il giovane è rimasto vittima di un agguato a colpi di pistola nella notte, scaturito a seguito di dissapori per futili motivi personali. Spari che hanno svegliato i residenti di via Sandro Pertini, poco dopo la mezzanotte, i quali spaventati e barricati in casa, hanno dato l'allarme, chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. I carabinieri sul posto hanno recuperato i bossoli caduti a terra e hanno ricostruito la traiettoria dei proiettili. Poi le indagini per ricostruire la dinamica dell'accaduto e risalire ai responsabili.