Terrore nella notte a Cassino, nel quartiere di San Bartolomeo. Per motivi ancora da accertare, poco dopo la mezzanotte sono stati esplosi diversi colpi di arma da fuoco in viale Sandro Pertini. I residenti, terrorizzati, si sono barricati in casa temendo il peggio. Secondo le prime ricostruzioni fatte da carabinieri e polizia, qualcuno avrebbe sparato a due persone che transitavano in via Sandro Pertini: queste avrebbero risposto al fuoco, generando quindi la sequenza di colpi che ha terrorizzato gli abitanti di Cassino, chiusi nelle loro abitazioni in preda al terrore. Fortunatamente non ci sono stati feriti né danni a persone o cose. Adesso i carabinieri della Compagnia di Cassino, coordinati dal capitano Ivan Mastromanno e dal tenente Massimo Di Mario stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto per capire cosa sia realmente successo ieri sera poco dopo la mezzanotte.

Cassino, sparatoria in strada: bossoli a terra, ma partecipanti scomparsi

Subito dopo la sparatoria i carabinieri della compagnia di Cassino sono arrivati sul posto per capire cosa fosse successo. Hanno recuperato i bossoli lasciati per terra e hanno ricostruito la traiettoria dei proiettili. Così hanno capito che i colpi sono partiti da un lato imprecisato di San Bartolomeo ed erano diretti proprio verso le due persone che in quel momento stavano camminando in via Sandro Pertini. Che però, invece di accasciarsi a terra, hanno risposto al fuoco. Chi è il mandante dei colpi, chi i destinatari? Questo dovranno stabilire gli inquirenti, che adesso sono al lavoro per identificare quelli che nella notte si sono poi dileguati come fantasmi. Solo per un caso la sparatoria non ha fatto feriti o, peggio ancora, morti. Sarebbe potuta finire in tragedia, non è successo solo per un colpo di fortuna.