Alessia, Martina e la mamma Antonietta
in foto: Alessia, Martina e la mamma Antonietta

Si terranno venerdì mattina i funerali di Alessia e Martina, le due bambine di 13 e 7 anni uccise da loro padre, l'appuntato dei carabinieri Luigi Capasso. Prima ha sparato alla moglie, Antonietta Gargiulo, e poi è andato a uccidere le due figlie che ancora stavano dormendo nei loro letti. Dopo quasi dieci ore di trattativa con i carabinieri si è tolto a sua volta la vita. I funerali delle bambine si terranno alle ore 11 alla chiesa di San Valentino di Cisterna di Latina, la parrocchia che le bambine frequentavano insieme alla mamma. Per il giorno dei funerali il Comune di Cisterna ha già indetto il lutto cittadino. Lo scorso fine settimana nel paese si è svolta una fiaccolata nel ricordo di Alessia e Martina a cui hanno partecipato circa 5mila cittadini.

La mamma, Antonietta, ha aperto gli occhi

La mamma delle due bimbe, Antonietta Gargiulo, è stata colpita dal marito con tre proiettili di pistola e si trova tuttora ricoverata all'ospedale San Camillo di Roma. Sottoposta a un'operazione chirurgica alla mandibola e mantenuta in coma indotto per diversi giorni, Antonietta ha finalmente aperto gli occhi. I familiari delle bimbe aspettavano che la mamma si svegliasse proprio per decidere la data della cerimonia funebre. Per giorni Gargiulo non ha saputo nulla del destino delle figlie e non è chiaro neanche se sia stata già informata dell'accaduto. Stando a quanto si apprende, la donna risponde agli stimoli uditivi, ma l'imbragatura al volto necessaria dopo l'intervento non le consente di parlare. Con cautela i familiari stanno tentando, con supporto degli psicologi e dei medici, di dirle cos'è successo alle figlie. Non si sa se tale procedura è stata già compiuta oppure se ci vorrà ancora del tempo. Intanto, comunque, i funerali delle due bimbe sono stati fissati per venerdì.