Virginia raggi e Marcello De Vito in aula Giulio Cesare
in foto: Virginia raggi e Marcello De Vito in aula Giulio Cesare

Il Campidoglio sarà parte civile nel processo a Marcello De Vito, il presidente dell'Assemblea Capitolina accusato di corruzione insieme a Camillo Mezzacapo in uno dei filoni d'inchiesta sullo Stadio della Roma. Virginia Raggi testimonierà in sua difesa, presente nella lista teste depositata dai difensori. La richiesta presentata dall'avvocato Nicola Sabato è stata accolta dai giudici della seconda sezione penale. La prossima udienza è fissata in calendario per mercoledì 15 gennaio, data in cui il presidente del Tribunale, Francesco Monastero, comunicherà se intende riunire questo procedimento con il filone principale, accogliendo la richiesta dalla procura e che vede imputati l'imprenditore Luca Parnasi e altre undici persone.

Marcello De Vito torna presidente dell'assemblea capitolina

Marcello De Vito è in libertà dallo scorso 18 novembre, dopo aver passato nove mesi tra carcere e domiciliari. Revocate le misure cautelari, è tornato a presiedere l'Assemblea capitolina, come da prima dell'arresto e come già da lui precedentemente promesso. La sospensione sopraggiunta in seguito all'esplodere dell'inchiesta che lo vede coinvolto, è stata revocata e De Vito è stato accolto con un lungo applauso. Nonostante le spaccaturne interne al M5S, De Vito ha deciso di non dimettersi dall'incarico. "Ringrazio per il richiamo al rispetto dei miei doveri – ha commentato a margine delle richieste – Ho verificato il testo, non vedo elementi di ostacolo alla funzione che ricopro. Non trovo accoglibile il richiamo al regolamento e ribadisco che se verrà presentata una richiesta di revoca con 24 firme verrà messa in calendario".