Il via libera al nuovo Stadio della Roma, i cui lavori se non ci saranno ulteriori intoppi burocratici potrebbero partire già nei primi mesi del 2018 e permettere così l'inaugurazione entro l'inizio della stagione 2020/2021, è finalmente arrivato. Adesso l'iter proseguirà attraverso i passaggi al Campidoglio, ma ormai tutto lascia credere che si tratterà di pratiche relativamente veloci. E dalla Capitale i commenti sono entusiastici.

"Roma avrà davvero uno stadio fatto bene", ha commentato il sindaco di Roma Virginia Raggi (che poco prima dell'ufficialità aveva dato l'annuncio, poi cancellato, su Twitter), "sarà moderno, innovativo ed eco-sostenibile. Abbiamo rivoluzionato e migliorato il progetto dello stadio a Tor di Valle. La conferenza dei servizi ha riconosciuto l’ottimo lavoro fatto. È stato un lavoro complesso e impegnativo e per questo ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo percorso, a partire dagli uffici, dagli Assessori e dai consiglieri di maggioranza. Solo insieme si possono raggiungere grandi risultati e Roma continuerà a dimostrarlo".

Soddisfazione anche da parte dell'Assessore all'Urbanistica di Roma Capitale Luca Montuori: "Siamo soddisfatti di questo risultato raggiunto grazie a un lavoro determinato da parte di tutti gli assessorati coinvolti e, in particolare, ci tengo a sottolineare l'impegno degli uffici in prima linea per garantire un attento studio rispetto ad un progetto che punta a fornire al quadrante un miglioramento reale per tutti i cittadini".