Fabrizio Piscitelli
in foto: Fabrizio Piscitelli

Dopo la scelta del luogo, il santuario del Divino Amore sull'Ardeatina, è stata scelta anche una data per i funerali di Fabrizio ‘Diabolik' Piscitelli: la cerimonia si terrà mercoledì 21 agosto alle ore 15. Come anticipato ieri, saranno funerali a numero chiuso e potranno partecipare solo 100 persone. Questi i termini dell'accordo raggiunto tra i familiari dell'ultras della Lazio ucciso lo scorso 7 agosto al parco degli Acquedotti e la questura di Roma. Una decisione fortemente contestata dagli ultras della Lazio: "Le autorità hanno avuto paura che Fabrizio venisse ‘beatificato', celebrato da una folla di 10mila persone. Perché questo è un numero che lo rappresenta, non 100 persone. La gente a Fabrizio gli voleva bene. Se mi faranno entrare, visto il tetto massimo delle 100 persone, sarò al funerale. Fabrizio era il mio amico del cuore", ha dichiarato all'agenzia AdnKronos Yuri Alviti, ex componente del direttivo degli Irriducibili Lazio.

I funerali di Fabrizio Piscitelli al santuario del Divino Amore

Il santuario del Divino Amore, luogo ampio, chiuso e controllabile facilmente dalle forze dell'ordine, era stato proposto dalla famiglia di Piscitelli in una lettera inviata alle istituzioni dopo il no della questura a funerali pubblici per motivi di sicurezza. La preoccupazione delle forze dell'ordine era legata all'arrivo, probabile, di centinaia, se non migliaia, di ultras della Lazio, ma anche di numerose squadre straniere e italiane, come l'Inter. In ogni caso anche al Divino Amore è previsto un presidio di sicurezza della polizia al fine di controllare la situazione e scongiurare eventuali incidenti. Inizialmente era stata imposta una cerimonia privata, ma la famiglia dell'ex capo della Curva Nord si era rifiutata di procedere.