Matteo Salvini torna ad attaccare la sindaca di Roma Virginia Raggi dopo le polemiche degli scorsi giorni. L'occasione è stata la presenza di entrambi nella Capitale, dove ieri un circuito cittadino allestito al quartiere Eur ha ospitato i bolidi elettrici della Formula E. Un evento molto apprezzato dalla cittadinanza che è stato utilizzato dal ministro dell'Interno come metro di paragone per lanciare accuse alla prima cittadina della Capitale: "Un giorno ogni tanto Roma è positivamente al centro dell'interesse del mondo – ha detto Salvini ai cronisti presenti – Spero che continui a esserlo tutti i giorni della settimana e non soltanto per i topi, la sporcizia, per le metropolitane ferme e per il caos nelle periferie". La replica della sindaca non si è fatta attendere. Anche lei ha sottolineato il successo della manifestazione ospitata ieri a Roma: "Raccogliamo i primi frutti alla faccia di chi fa il tifo contro e spera che vada sempre tutto male per calcolo elettorale", ha detto con un evidente riferimento (anche) a Salvini e alla sua Lega. "Fa piacere che Salvini sia passato dal chiedere ‘vagoni della metro senza terroni' a riconoscere che grazie a noi si guarda finalmente al futuro. Il ragazzo sta crescendo…".

Roma mai così sporca, ferma e trascurata. La replica di Virginia Raggi

Il botta e risposta a distanza è però proseguito. Salvini, che non ha fatto mistero di voler conquistare il Campidoglio con un candidato leghista alle prossime Comunali, ha replicato alla Raggi con una nuova stoccata sul tema della sporcizia e del degrado nella Capitale: "Roma non è mai stata così sporca, così ferma, così trascurata, caotica e disorganizzata- ha detto il leader della Lega – Colpa di Salvini, o colpa di un sindaco 5Stelle (per cui avevo perfino invitato a votare) che in questi anni non ha combinato niente? Il giudizio lo lascio dare ai romani, io lavoro per dare un futuro migliore a questa splendida città". In precedenza al centro dello scontro c'era stata la possibile cancellazione del debito della Capitale, un'operazione annunciata dal viceministro dell'Economia Laura Castelli (del M5s) assieme alla sindaca Raggi e che potrebbe avere ripercussioni sulla fiscalità generale, col governo chiamato ad accollarsi parte del debito: "Il governo non può regalare soldi a una città ignorando i problemi di tutte le altre", ha detto Salvini. Anche in questo caso la replica della sindaca Raggi non si è fatta attendere: "Invece di parlare di Roma, si occupi della sicurezza. Visti i fatti di cronaca di questi giorni (l'agguato in centro a Milano e l'uccisione di un carabiniere nel Foggiano, ndr) mi sembra di poter dire che non manchi il da farsi. Parla di tutto e in tutte le TV ma mi sembra che non passi mai ai fatti".