Fino al prossimo 16 febbraio il Tempio dei Mormoni a Settebagni sarà visitabile dal pubblico. L'edifico di culto, il primo nel suo genere in Italia e in Europa, sarà successivamente consacrato diventando così inaccessibile per chi non aderisce alla Chiesa di Gesù Cristo e dei Santi degli Ultimi Giorni. L'evento dell'apertura del Tempio sta destando grande curiosità. Le prenotazioni per le visite non mancano e anche questa week end l'affluenza è stata da tutto esaurito. Tra i visitatori anche un signora che, arrivata nella capitale per andare a trovare la figlia, ha trovato il tempo per una gita.

Quando la 58enne è passata per il metal detector però è subito scattato l'allarme: nella borsetta trasportava, celata in un astuccio per occhiali, una pistola. Si tratta di un'arma semiautomatica, una Beretta Calibro 22 che è stata sequestrata dagli agenti del commissariato Fidene Serpentara giunti sul posto. Quando i poliziotti hanno chiesto alla donna perché girasse con una pistola nella borsa, ha risposto così: "Avevo paura di essere rapinata durante il viaggio". Una giustificazione che non l'ha salvata da una denuncia per porto abusivo di arma da fuoco.

Il Tempio dei Mormoni a Roma

Il sontuoso edificio in marmo e granito si estende per sei ettari alla periferia di Roma, proprio di fronte al centro commerciale Porta di Roma in zona Bufalotta. Per costruirlo ci sono voluti 10 anni e tutto l'impegno della comunità dei fedeli mormoni in Italia (circa 20.000 di cui un quarto residenti nella capitale). Oltre all'edificio di culto vero e proprio ospita anche complessi destinati ad altre attività: una foresteria per chi visita il centro religioso, una Cappella per gli incontri domenicali, una centro visite polifunzionale e una biblioteca di storia familiare.