Un altro insolito caso è avvenuto alla Fontana di Trevi, meta turistica di Roma molto gettonata ma al tempo stesso teatro di atti illeciti di ogni tipo. Ieri intorno alle 19:30 un uomo di 44 anni era intento a rubare i centesimi depositati sul fondo del monumento, salvo essere colto in flagrante dagli agenti che in quel momento stavano pattugliando la zona. Il ladro è stato individuato, ma una volta fermato ha deciso di reagire emulando Zidane nella finale dei mondiali del 2006: l'uomo ha guardato l'agente e gli ha rifilato una testata, ferendolo. Il 44enne è stato quindi bloccato e arrestato con l'accusa di vari atti illeciti, dalla violenza nei confronti di un pubblico ufficiale fino al tentato furto, oltre ad aver danneggiato la volante della polizia locale a seguito della colluttazione avuta con gli uomini delle forze dell'ordine. L'uomo si è infatti reso protagonista di una rissa, scagliandosi contro i poliziotti e colpendoli a calci e pugni, fino alla testata che potrebbe costargli un lungo periodo dietro le sbarre. Le monetine sottratte sono state ricollocate nell'acqua della Fontana di Trevi.

Un altro tentato furto delle monetine depositate sul fondo della Fontana di Trevi

Negli anni se ne sono viste di tutti i colori per il monumento vicino piazza Barberini, con i ladri di monetine che le hanno provate tutte pur di racimolare qualche centesimo. Ultimamente un uomo è stato arrestato per aver tentato di portare via i soldi depositati sul fondo della Fontana di Trevi, ma senza introdursi in prima persona tra le lastre di marmo. Il ladro utilizzava una sorta di filo invisibile per attirare i bronzini, sul quale aveva posizionato un magnete per poter attirare il denaro. L'uomo è stato colto in flagrante ed è stato arrestato dagli agenti della zona, che l'hanno accusato di tentato furto e di danneggiamento, sequestrandogli sia il filo che il magnete.