400mila euro di borse, scarpe e accessori contraffatti. Prodotti pronti per essere immessi sul mercato e venduti per strada agli acquirenti che vogliono articoli uguali agli originali nell'aspetto ma realizzati con materiale più scadente e che, ovviamente, non sono firmati. La Polizia Locale di Roma Capitale ha sequestrato la merce contraffatta e ha denunciato una persona accusata di custodirlo. Le indagini erano iniziate già da qualche mese dagli agenti della Polizia locale del Gruppo sicurezza sociale urbana (Gssu) e della Spe (Sicurezza pubblica ed emergenziale) che hanno provveduto a monitorare le persone sospette e i movimenti della merce contraffatta. L'indagine fa parte di un'attività di monitoraggio che più ampia, iniziata settimane fa dalla stazione Termini: gli agenti, infatti, hanno iniziato a effettuare alcuni controlli e a monitorare alcuni corrieri, accusati di trasportare la merce contraffatta. Il deposito perquisito stanotte si trova al Pigneto: all'interno del locale sono state trovate anche 23mila etichette che riproducevano il marchio e i simboli delle più importanti case di moda, pronte per essere attaccate.

Sequestrati 500 articoli di Carnevale senza etichette a norma

Qualche settimana fa, invece, nel periodo di Carnevale, i carabinieri dei Nas hanno sequestrato vestiti, articoli e accessori per far travestire adulti e bambini. Ben 500 pezzi sono stati tolti dal commercio perché non rispondenti agli standard previsti per la tutela del consumatore. Gli articoli, infatti, tutti provenienti dall'estero, erano sprovvisti dell'etichetta con le indicazioni obbligatorie di sicurezza in lingua italiana. Il valore totale della merce sequestrata si aggira intorno ai 3mila euro, mentre ai titolari dell'esercizio commerciale è stata fatta una multa da 2mila euro.