Maschere e parrucche per il travestimento di bambini e adulti, bombolette spray e tinte per colorare la pelle. Sono alcuni degli articoli di Carnevale sequestrati dai carabinieri del Nas oggi, 5 marzo, giorno di martedì grasso a Fondi, in provincia di Latina. I militari dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma hanno svolto dei controlli all'interno di alcuni negozi per verificare la qualità della merce, specialmente di quella importata dall'estero per verificare se rispettavano gli standard previsti dalla legge a tutela del consumatore. I carabinieri hanno sequestrato ben 500 confezioni di articoli di Carnevale non conformi, potenzialmente pericolosi, per un valore totale di circa 3mila euro. I prodotti in vendita nell'esercizio commerciale riportavano un'etichettatura priva delle indicazioni obbligatorie di sicurezza in lingua italiana. Nei guai il responsabile del negozio che ha ricevuto una multa di 2mila euro.

Maschere e costumi di Carnevale da non comprare

Durante il periodo di Carnevale ogni anno vengono sequestrati migliaia di articoli non conformi e potenzialmente pericolosi dalle forze dell'ordine. I Nas ricordano che quando si acquista un costume di carnevale “è necessario leggere bene l'etichetta e fare attenzione che sia classificato come giocattolo, attraverso la presenza della marcatura Ce. Solo così si avrà la garanzia di ‘non infiammabilità' e di maggiore sicurezza dello stesso”. Sono tantissimi, evidenziano gli stessi militari, “i potenziali pericoli che possono celarsi dietro l'uso degli articoli ed oggetti sequestrati: brillantini, parti minuscole e paillettes che, staccandosi, possono colpire gli occhi o raggiungere, attraverso il naso e la bocca, le vie aeree e digestive di chi le indossa; le sostanze coloranti possono provocare irritazione cutanea; i laccetti applicati nei tessuti a copertura della gola, se mal assicurati, possono provocare strangolamento. Vi sono poi i rischi di lesione che gadget e accessori dei costumi, quali spade, lance, occhiali e bacchette magiche, possono provocare a causa della presenza di parti acuminate”.