Lo hanno picchiato in due con calci e pugni e, dopo averlo stordito, gli hanno rubato la catenina d'oro che teneva al collo. Due minorenni sono stati arrestati ieri mattina dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia RomaEur con l'accusa di rapina e lesioni personali aggravate. Adesso si trovano nella casa circondariale minorile Casal del Marmo, a disposizione dell'Autorità giudiziaria competente. I fatti risalgono alla sera del 10 luglio: i due si sono avvicinati a un coetaneo che si trovava nei pressi di un locale di viale America e lo hanno aggredito, colpendolo con calci e pugni, per rubargli la catenina d'oro. Un'aggressione brutale, che ha costretto il minore al ricovero in ospedale, dove gli sono state riscontrate contusioni ed ecchimosi guaribili in 15 giorni. Grazie alle testimonianze del ragazzo picchiato e di altri giovani presenti sul luogo dell'aggressione, i carabinieri sono riusciti a identificare gli autori del pestaggio. Rintracciati presso le rispettive abitazioni, sono stati arrestati e portati a Casal Del Marmo.

Bany gang operativa a Roma per rubare cellulari e catenine d'oro

Non è questo il primo caso di baby rapinatori che si organizzano per strappare ai coetanei le catenine, i cellulari e i portafogli. Un altro episodio recente risale solo al 20 giugno scorso dove, sempre a Roma, tre giovani sono stati sottoposti a prescrizione per aver pestato e derubato diversi coetanei nei pressi del parco della Caffarella e di Villa Lazzaroni. Un giovane, a causa di uno di questi pestaggi, ha riportato un trauma all'occhio con ferita lacero contusa. I tre giovani autori delle aggressioni non possono avvicinarsi alle loro vittime, né uscire di casa dalle 20 alle 7. Devono inoltre tenersi costantemente in contatto con gli assistenti sociali.