L’incidente mortale (LaPresse)
in foto: L’incidente mortale (LaPresse)

Ennesimo incidente mortale a Roma, all'indomani di quello in cui è morto un vice prefetto. Attorno alle 19 di oggi, domenica 7 ottobre, un suv ha travolto due pedoni in via Santa Maria Cosmedin, a pochi metri dalla Bocca della verità. Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente, su cui indagano gli agenti della polizia locale. Dalle prime ricostruzioni, sembra che il suv, in uso a un disabile secondo quanto indicato dall'apposito tagliando sul cruscotto, stesse viaggiando sulla corsia preferenziale. Le persone investite sarebbero un uomo inglese di 72 anni e la figlia di 40 anni, entrambi residenti nella Capitale. I due erano stati alla festa della Coldiretti al Circo Massimo e stavano tornando a casa. Mentre attraversavano la strada, a quanto pare lontano dalle strisce, sono stati travolti dall'auto, il cui conducente si è subito fermato. Il 72enne è morto sul colpo, mentre la figlia è stata ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale San Giovanni. Per il conducente del suv sono stati disposti i test su alcol e droghe.

L'incidente ripropone con forza il tema della sicurezza sulle strade della Capitale, anche quelle del centro storico. Non si erano infatti ancora placate le polemiche sul tragico episodio di ieri mattina in via Cavour, dove il vice prefetto Giorgio De Francesco è stato travolto e ucciso da un bus turistico mentre attraversava sulle strisce assieme alla moglie, rimasta illesa. Si indaga per omicidio stradale: i test su alcol e droga a cui è stato sottoposto l'autista del bus sono risultati negativi, ma si sta cercando di capire se l'uomo possa essersi distratto col cellulare mentre era alla guida o se l'incidente possa essere stato causato da un guasto meccanico al mezzo.