Brutto episodio ieri sera intorno alle 22.30 a via Monte Cucco, a Roma. Una caposquadra dell'Ama che si trovava nella zona 15A all'interno di un mezzo di proprietà dell'azienda, è stata aggredita da ignoti che le hanno frantumato con un sanpietrino il vetro della macchina. Il fatto è avvenuto all'interno degli spazi dell'Ama. A denunciarlo è stata la Cgil con un comunicato: "Ieri sera attorno alle 22 e 30 una caposquadra nella zona 15A (Via Monte Cucco) ha subito una grave aggressione da parte di due persone non identificate che hanno lanciato un sanpietrino contro il mezzo aziendale. Il tutto è avvenuto dentro gli spazi aziendali, in una zona che ha margini di sicurezza troppo bassi (l'area è troppo grande e una parte dello stabile è in stato abbandono). Un ennesimo fatto allarmante. Il clima che si respira attorno agli operatori di Ama è pesantissimo e ci obbliga a trovate misure efficaci per garantire l'incolumità di chi opera in condizioni già troppo difficili. A lei va la nostra solidarietà".

Il vetro della macchina è stato completamente distrutto. Non si sa ancora chi sia stato a compiere questo gesto: certo è che per farlo ha usato una pietra molto grande, che avrebbe potuto ferire la donna presente nella vettura in modo molto serio. Senza contare che, con un sasso di quelle dimensioni, è stata una fortuna che non si sia avuto un epilogo tragico. Non è questa la prima volta che i lavoratori dell'Ama vengono aggrediti. L'ultimo episodio noto risale all'inizio di luglio, quando a Trastevere un gruppo di operatori dell'azienda sono stati minacciati da tre persone – due uomini e una donna – con dei caschi in mano.