Magliana, maestra d’asilo indagata per maltrattamenti
in foto: Magliana, maestra d’asilo indagata per maltrattamenti

Schiaffi, sculacciate, vessazioni fisiche e psicologiche nell'asilo ‘Pescaglia' alla Magliana, Roma. Una maestra è indagata perché ritenuta responsabile di aver maltrattato bambini dai tre ai cinque anni. Si tratta dell'ennesimo caso di violenza tra le mura scolastiche, ad esserne vittime sono i piccoli alunni, colpiti, strattonati e insultati da chi dovrebbe invece prendersene cura, come gli insegnanti. Questa mattina i carabinieri della Stazione Roma – Villa Bonelli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dall’esercizio del pubblico servizio, emessa dal Tribunale di Roma nei confronti di un insegnante del per il reato di maltrattamenti in famiglia aggravato nei confronti dei minori a loro affidati. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, Elisabetta Pierazzi, al termine di una complessa attività d’indagine diretta dal pool della Procura della Repubblica coordinato da Maria Monteleone.

Le indagini

Le indagini sono partite dalle segnalazioni di alcuni genitori che hanno notato comportamenti strani nei loro bambini e, insospettiti, si sono rivolti ai carabinieri. I militari hanno scoperto le ripetute violenze grazie alle telecamere nascoste nell’aula della sezione ‘Tempo Pieno', dove si svolgono le attività scolastiche. Dalle immagini e dalle registrazioni ambientali è emerso che la maestra maltrattava abitualmente i minori con vessazioni, insulti e percosse. Le indagini hanno permesso di constatare diversi episodi di violenza che l’insegnante compiva, quotidianamente, nei confronti dei piccoli allievi: sculacciate, schiaffi, urla per rimproverare i bambini e di punizioni mortificanti.

Cassino, maltrattamenti in un asilo

Nella mattina di oggi la polizia ha sospeso dall'insegnamento due maestre, di 54 e 63 anni, con l'accusa di maltrattamenti continuati nei confronti di alunni dai tre ai cinque anni. Le maestre trascinavano via di peso i bambini e li colpivano con schiaffi al volto e alla nuca. Oltre alle violenze fisiche, li umiliavano con pesanti insulti: "Ti faccio sputare io per terra, animale", rimproveravano i bimbi e poi li prendevano a schiaffi e li trascinavano via di peso. E ancora: "Ti faccio cadere tutti i denti. Se fai cadere l'acqua è meglio che ti scavi la fossa".

Ariccia, arrestate tre maestre e una bidella

Ieri ad Ariccia i carabinieri hanno arrestato tre maestre e una bidella per maltrattamenti su bambini dai tre ai cinque anni, in un asilo al centro del Comune dei Castelli Romani. Le quattro che si trovano agli arresti domiciliari sarebbero state individuate grazie alle intercettazioni ambientali e alle riprese video delle telecamere nascoste all'interno dello stesso asilo, delegate dall'autorità giudiziaria: strattoni, insulti, colpi alla testa e umiliazioni quotidiane ai danni di bambini dai tre ai cinque anni. A inchiodarle immagini e intercettazioni ambientali